Come eliminare la condensa in casa

Spesso d’inverno su vetri, finestre e specchi si forma una fastidiosa condensa, ma non solo: quante volte vi capita di fare una doccia bollente, uscire fuori e di vedere lo specchio del bagno totalmente appannato? La condensa si forma naturalmente un un ambiente chiuso e umido. Quindi ecco spiegato perché in bagno è più facile vedere la condensa, ma anche in cucina non è rara, specie dopo aver bollito qualcosa. Il problema grosso della condensa è che facilita lo sviluppo di muffe e batteri, rendendo così meno salutare l’ambiente in cui viviamo.

Ammetto che la condensa ha però un lato divertente
Ammetto che la condensa ha però un lato divertente

Le muffe le trovate di solito negli angoli dei muri, vicino alla cappa della cucina, sugli infissi delle finestre e sui tratti di muro adiacenti alle finestre. A volte vedrete un vero e proprio gocciolio di acqua.

Ma come eliminare la condensa? Toglierla è facile, basta prendere un panno e asciugare. Il fatto è che bisogna agire a monte, prima che la condensa e la successiva muffa si formino. Quindi d’inverno ricordatevi di arieggiare frequentemente le stanze, evitate di riempirvi la casa di piante, non stendete i panni ad asciugare in casa e ricordatevi che le cappe di aspirazione in cucina e le ventole in bagno non sono messe lì a scopo decorativo, usatele ogni tanto.

Se proprio poi volete andare a fondo della questione, sarebbe meglio coibentare meglio la casa, per esempio cambiando gli infissi vecchi, usando i doppi vetri e prendendo in considerazione l’idea di usare un deumidificatore. Anche se dovete rammentare che anche l’aria troppo secca in casa non fa bene alla salute.

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri