Come eliminare le macchie d’erba dai vestiti?

 

E’ bello andare a fare una scampagnata per i prati, solo che poi ti ritrovi con quelle ostinate macchie d’erba che sono difficili da eliminare. Qualche rimedio casalingo c’è. Se il tessuto lo consente e la macchia è fresca si può provare a strofinarla con alcol o acqua ossigenata (attenzione ai colorati, si rovinano). Un altro rimedio casalingo prevede di strofinare la macchia con albume d’uovo e glicerina di pari quantità, poi si sciacqua con latte e infine si lava normalmente. Anche il sapone di Marsiglia può essere utile come pre-trattamento.

Un prato, una scampagnata e le macchie d'erba
Un prato, una scampagnata e le macchie d’erba

Nel caso di macchie vecchie o ostinate, invece, potete provare a lasciare ammollo in una bacinella con acqua calda, ammoniaca e aceto bianco (in parti uguali) per tutta la notte, lavando poi normalmente in lavatrice il giorno seguente. Funziona bene soprattutto con i jeans (su di essi è possibile provare anche con un normale sgrassatore da cucina dopo aver inumidito la parte).

Sempre per le macchie che non vanno via, un altro rimedio della nonna prevede di versare sulle macchie del succo di limone, far agire per qualche minuto, poi sfregare con acqua e aceto e infine sciacquare.

Per i capi in cotone e lino, se un ammollo in acqua calda con sfregamento successivo non è bastato, si può provare a immergere la macchia nel latte freddo. Se invece la macchia è vecchia si procede col limone e risciacquo in acqua tiepida.

Per la lana, invece, si usa una soluzione composta da tre parti di acqua tiepida, due di alcool e una di ammoniaca. Poi si sciacqua con acqua e aceto, ma funziona solo con le macchie fresche.

Foto: Wikimedia

di Laura Seri