Come evitare il surriscaldamento dello smartphone

 

Quest’estate 2015 verrà ricordata probabilmente come una delle più calde in assoluto e sappiamo bene quanto una calura eccessiva sia dannosa: ma non siamo i soli a patire queste temperature da record, perché anche i nostri smartphone ne risentono parecchio.
Il surriscaldamento del telefono è estremamente pericoloso, perché oltre a incidere sulla durata della batteria, nella peggiore delle ipotesi porta alla morte definitiva dello smartphone… in casi rarissimi esplodendo!

Eccovi quindi un piccolo manuale di sopravvivenza per sapere quali azioni danneggiano il vostro cellulare e come prevenirne il surriscaldamento.

 

 

photo-1
Messaggio d’emergenza di surriscaldamento

 

Perché si surriscalda?

In generale possiamo dire che esistono due tipi di surriscaldamento, uno attivo e uno passivo: il primo è generato da un intenso e talvolta scorretto utilizzo dello smartphone, mentre il secondo dipende semplicemente da fattori esterni.
Alcuni smartphone, come ad esempio tutti gli iPhone, hanno un sistema integrato che avvisa se il cellulare si sta surriscaldando, ma è comunque importante capire che cosa porta il nostro smartphone a scaldarsi tanto.

Primo tra tutti è l’uso intensivo di applicazioni “pesanti” che utilizzano tutti quei servizi che gravano sulla batteria, in particolare: navigare per lungo tempo con Wi-Fi e 3G/ utilizzare app di streaming o che pesano molto sul traffico dati, giochi e app con molti effetti audio e video e infine un eccessivo e continuo utilizzo del GPS.
Anche ricaricare in modo non corretto il proprio smartphone porta al surriscaldamento del dispositivo.

Per quanto riguarda il surriscaldamento indotto da fattori esterni potete ben immaginare di che cosa stiamo parlando: dimenticare il nostro smartphone in un ambiente particolarmente caldo (l’auto sotto il sole), a contatto con superfici calde (vicino al forno) o a contatto diretto con la luce solare comporta un inevitabile surriscaldamento dello smartphone.

 

fatal-phone-accidents-iphone-fire-1500x991
Incedente durante la carica

Come evitarlo

– Mettete in carica il vostro smartphone in una stanza il più possibile fresca, asciutta e ventilata avendo cura di rimuovere cover particolarmente pesanti e di materiali plastici (anche quelle morbide in silicone) e di non posizionarlo sotto cuscini, vestiti o altri oggetti che possano generare un effetto “cappa di calore“;

– Se il cellulare si sta surriscaldando ancora durante la carica staccatelo dalla corrente, lasciatelo raffreddare e controllate che il cavetto di carica sia integro;

– Riguardo ai luoghi freschi e asciutti state attente nel tenerlo in tasca: se indossate abiti troppo stretti e tendete a sudare i vostri pantaloni possono diventare potenzialmente pericolosi;

–  Se il vostro cellulare si surriscalda per l’eccessivo utilizzo avete due opzioni: ridurre il carico o spegnerlo. Se scegliete di spegnerlo aspettate che si raffreddi prima di riaccenderlo;

– Se avete bisogno del cellulare acceso, diminuite il livello di attività dello smartphone: disabilitate il traffico dati 3G e/o Wi-Fi, diminuite la luminosità dello schermo, disabilitate la vibrazione e il GPS ed evitate di utilizzare la fotocamera (al limite disabilitate il flash);

– Se dovete riparare lo smartphone non risparmiate sui costi di riparazione e mandate tutto in assistenza o nei centri specializzati: far riparare lo smartphone con metodi e materiali non idonei aumenta seriamente il rischio di surriscaldamento e gravi incidenti;

– In ultimo esistono varie applicazioni che permettono, grazie a una gestione diretta dei consumi, di tenere la temperatura del vostro smartphone sempre bassa. La migliore è probabilmente Coolify, ma potete trovarne tante altre cercando negli app store “surriscaldamento/raffreddamento” e “overheating/ cooler”.

 

coolify
Coolify Flat

 

Credits: justatraceblog.com, wonderhowto.com, digitaltrends.com

 

di Giordana Moroni