Come funziona l’airbag per chi va in bicicletta

 

I ciclisti aumentano sulle nostre strade. La bicicletta è un mezzo di trasporto molto comodo, agile, ecologico e che ci permette anche di fare un po’ di sana attività quotidiana. Sono sempre di più gli italiani che scelgono la bici per i propri spostamenti in città, anche se la cultura della bicicletta ha bisogno ancora di crescere: poche le piste ciclabili, poco il rispetto, poca la sicurezza. E proprio la sicurezza è una delle preoccupazioni di chi sceglie la bici: ma lo sapete che esiste l’airbag per chi va in bici?

L'elegante airbag per andare in bici
L’elegante airbag per andare in bici

L’invenzione non è nuovissima (ne parlavamo qui), ma oggi che le biciclette sono una realtà sempre più presente sulle nostre strade, è giusto trovare dei sistemi per permettere a tutti di viaggiare in sicurezza: in caso di incidente o caduta (le buche delle strade non ci aiutano!), il rischio di battere la testa e incappare in traumi gravi è forte. Ma non lo è se indossate questo casco invisibile, un vero e proprio airbag per bici.

E’ opera di due studentesse svedesi di Industrial Design all’Università di Lund, Anna Haupt e Terese Alstin, che nel 2005 ebbero l’idea di un casco invisibile comodo, pratico e bello che tutti avrebbero voluto indossare. Proprio quell’anno in Svezia scattò l’obbligatorietà del casco in bici fino ai 15 anni. Grazie alla collaborazione con Alva, azienda svedese di airbag, l’accessorio è diventato realtà.

Come funziona l’airbag per andare in bici

Ecco come funziona
Ecco come funziona

L’airbag è un cappuccio realizzato in un tessuto di nylon ultra resistente: così non si strappa se viene a contatto con l’asfalto.

Il ciclista lo deve indossare al collo prima di partire, tirando la zip sotto il mente e premendo il tasto on/off: si sente un segnale sonoro che ci fa capire che è attivo.

In caso di movimento innaturale del ciclista o di impatto con un altro veicolo, i sensori e l’algoritmo presenti nel cappuccio fanno gonfiare l’airbag con l’elio.

Il collo e la testa sono avvolte dall’airbag, come se fosse un morbido cappuccio.

L’airbag, dopo qualche secondo, si sgonfia da solo.

Lo potete comprare qui.

di Redazione