Come pulire i battiscopa in legno

Il problema dei battiscopa in legno è che la loro particolare conformazione li rende difficili da pulire. Col passare del tempo il flatting che viene applicato sui battiscopa in legno al momento della posa si consuma e quindi il battiscopa diventa opaco. Se il vostro battiscopa è arrivato a questo punto, vuol dire che è ora di pulirlo ed eventualmente dargli una nuova mano di tinta. Come prima cosa prendete della carta abrasiva e togliere lo sporco e i residui del flatting. Poi prendete una carta dalla grana più morbida e cercate di levigare il battiscopa in maniera liscia.

La cera d'api è utile per lucidare il legno
La cera d’api è utile per lucidare il legno

Questo serve affinché quanto applicherete lo strato nuovo di anilina, non ci siano imperfezioni. La carta abrasiva, però, va usata solo se il battiscopa è molto rovinato. Se è solo sporco, si possono usare dei prodotti specifici per lucidarlo. Prima, però, bisogna togliere lo sporco usando uno straccio imbevuto di acqua e sapone neutro.

Dopo aver tolto lo sporco, potete lucidare il battiscopa usando o la cera d’api o l’olio paglietino. La cera d’api potete applicala sia in forma solida che liquida, si lascia agire per 15 minuti e poi si lucida con un panno di lana.

Più veloce l’applicazione dell’olio paglierino: viene assorbito dal legno, quindi basta poi passare uno straccio per togliere l’unto in eccesso.

Foto: FlickrFlickr

di Redazione