Come sopravvivere all’invasione di cimici

 

Le cimici sono arrivate e ci hanno invaso. Ogni autunno è caratterizzato da un’ondata di questi insetti, che non procurano grandi danni alle persone, anche se sono parecchio fastidiose, soprattutto quando svolazzano in giro per la camera da letto, di notte, al buio e noi viviamo veri e propri attimi di panico. Se per l’uomo non sono pericolose (anche se quando le schiacciamo il loro odore non è proprio dei migliori!), sappiate che sono dannose per i frutteti, perché sono in grado di distruggere le piante.

La Marmorata asiatica
La Marmorata asiatica

Quest’anno stiamo subendo una vera e propria invasione e gli amici del Friuli Venezia Giulia sanno di cosa stiamo parlando, visto che la regione del nord est del nostro paese è interessata in maniera pesante dal fenomeno, che ha portato le cimici (della specie Marmorata asiatica, originaria di Cina, Giappone e Taiwan) ovunque. Tutta colpa delle temperature alte: e ora che il clima è di nuovo autunnale, loro cercano di rifugiarsi nei centri abitati… nelle nostre case… Orrore!

Come sopravvivere all’invasione di cimici

Nel nord est tante le segnalazioni, anche perché i muri erano tappezzati nei giorni scorsi di questi insetti: se notate degli agglomerati troppo grossi, chiamate subito le autorità.

Non esistono repellenti utili.

Esistono dei rimedi naturali che possiamo adottare, sperando che funzionino.

Pare, però, con buona pace degli animalisti, che l’eliminazione delle cimici passi solo attraverso un metodo: ucciderle… Gli esperti consigliano di raccoglierle con scopa e paletta, di metterle in un secchio d’acqua con dentro detersivo per i piatti, così da non dover sopportare il cattivo odore.

Fonte: La Stampa

di Redazione