Come togliere le macchie dalle scarpe di camoscio

Mi piacciono gli stivali scamosciati, ma ho deciso di non comprarli mai: mezza goccia di pioggia e si rovinano subito. Inoltre pulire le scarpe di camoscio non è proprio impresa facilissima: è un materiale molto delicato, si macchia subito e non può essere smacchiato con metodi aggressivi se no addio alle nostre belle scarpe di camoscio. Se la scarpa in camoscio è piena di polvere o ci sono delle macchie secche, allora quello che dobbiamo fare è spazzolarla tutte le sere, ma attenzione: usate solo le apposite spazzole.

Togliete la polvere tutta la sera alle scarpe di camoscio
Togliete la polvere tutta la sera alle scarpe di camoscio

Se usate spazzole normali, troppo dure, rischiate di rovinare la scarpa. Questa manovra va fatta con scarpa asciutta, così facendo polvere e terriccio vanno via. Inoltre un trucchetto: settimanalmente aspiratele con l’aspirapolvere per rimuovere ancora più polvere.

Più problematiche le macchie d’olio o simili. Qui la tempestività è tutto, bisogna riuscire a tamponare l’umido subito. Se è appena successo, con una salvietta o un tovagliolo di carta cercate di assorbire quanto più unto possibile. Altrimenti un vecchio rimedio della nonna prevede di mettere sulla macchia della mollica di pane, assorbe l’unto.

Si usa anche il classico borotalco, ma sulle scarpe colorate non è indicato. Per farlo agire meglio, spargete il borotalco sulla macchia, metteteci sopra della carta velina e un qualcosa che faccia da peso sopra. Lasciatelo agire e dopo un po’ spazzolatelo delicatamente con o spazzolino da denti (o spazzola a setole morbide).

E se ho le scarpe di camoscio macchiate di fango? Come in tutti i casi di macchie di fango, bisogna aspettare che si secchi prima di toglierlo, non mettetele a bagno. Aspettate che siano secche e se spazzolandole rimane l’alone, imbevete un panno con acqua e sapone neutro, strizzate e passate sulla parte. Se volete un rimedio naturale, al posto del sapone usate l’aceto di vino bianco. E fate asciugare lontano dal termosifone o dalla stufa.

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri