Cosa non dire e fare durante la prima telefonata a un ragazzo

Di solito quando due si incontrano, si piacciono e si scambiano i numeri di telefono, è il lui della situazione che dovrebbe fare la prima mossa. Questo se seguiamo la tradizione. Ma il Girl Power ci insegna che non c’è niente di male se ogni tanto prendiamo noi l’iniziativa, soprattutto quando il lui in questione è un po’ timido, schivo o insicuro. Magari semplicemente non chi ha ancora chiamate perché ha paura di un nostro rifiuto, ha finito il credito sul cellulare… eccoci dunque pronte a fare la prima telefonata.

Prima telefonata, faccia di lui dopo i primi tre quarti d'ora di dissertazione sull'olio di palma
Prima telefonata, faccia di lui dopo i primi tre quarti d’ora di dissertazione sull’olio di palma

Ma cosa dire e non dire durante questa prima, fatidica e cruciale telefonata? Io eviterei come la peste di dire o fare queste cose:

1) non aspettate troppo tempo: soprattutto in caso di conoscenze rapide e superficiali, dovete chiamarlo il giorno dopo, non aspettare una settimana, potrebbe pensare che non gli interessiate abbastanza o che sia una scelta di ripiego

2) non fate mille telefonate: se fate squillare il telefono e non risponde, provate una mezz’oretta dopo. Se ancora non risponde, non fategli telefonate ogni dieci minuti per prenderlo per sfinimento, penserà che siete delle stalker ossessive, di sicuro non farete una bella impressione

3) niente richieste di appuntamenti alla prima telefonata: la prima telefonata deve servire per rinverdire la conoscenza frettolosa fatta qualche giorno prima, non si decide subito quando vedersi. Quello lo si fa in una telefonata successiva, possibilmente evitando il “Sei libero il…”, troppo diretto, meglio fare in modo che ci sia un incontro più spontaneo e naturale

4) non siate logorroiche: va bene conoscersi meglio, ma non dovete raccontargli proprio tutto di voi durante la prima telefonata. Se no dopo di che parlate?

5) niente pipponi: con il termine “pippone” intendo interminabili monologhi nel quale cercate subito di convertirlo alla vostra causa e al vostro modo di vedere. Se siete vegane, non tenetegli una dotta dissertazione di tre quarti d’ora sull’etica di non uccidere gli animali per mangiarli, sulla salvaguardia del pianeta, sull’effetto serra, sul perché deve diventare vegano anche lui anche se vi conoscete da cinque minuti in totale di cui tre appena passati al telefono… se voleva guardarsi SuperQuark accendeva la tv, no?

6) niente discorsi sugli ex: gli ex dimenticateveli, lui non vuole sapere quanto era bello l’altro, quanto era perfido il precedente, che macchina aveva il pretendente numero 5bis…

7) niente discorsi sulla salute: siete celiache? Intolleranti? Avete le vene varicose? A lui queste cose non interessano. Ha ricevuto una telefonata da una potenziale partner o dal suo medico della mutua?

8) non ridacchiate con le amiche: è la prima telefonata, evitate di farla attorniate da amiche che ridacchiano e lo prendono in giro, ricordatevi che deve essere un momento privato

9) siate argute senza essere sarcastiche: cercate di parlare di interessi in comune, se ama il calcio e voi no, non studiate a tavolino il fuorigioco per raccontargli tutto di questa tattica durante la prima telefonata, si accorgerà che non siete spontanee, siate brillanti e argute, senza essere sarcastiche o offensive

10) non siate sostenute: va bene farsi desiderare, ma senza apparire antipatiche e snob

11) non ditegli che volete una famiglia con cinque figli e cane: vi state appena conoscendo, eviterei di spaventarlo e di mettergli subito ansia

di Laura Seri