Cosa significa quando facciamo dei sogni ricorrenti?

Vi capita mai di fare dei sogni ricorrenti? Sono sogni che vengono ripetuti nel corso del tempo, quasi sempre identici, cambiano solo piccoli particolari. A volte questi sogni si ripetono notte dopo notte: secondo gli psicologi questi sogni ricorrenti sono il frutto di espressioni dell’inconscio. Il nostri inconscio ha qualche situazione non risolta e ce lo fa notare in questo modo. Per capire a quale situazione non risolta si riferiscano, bisognerebbe cercare di scriverli subito appena svegli in modo da non perdere neanche un dettaglio e vedere se parlano di problemi sul lavoro, problemi famigliari, qualcosa che stiamo facendo e che inconsciamente sappiamo non andare bene…

Starà facendo un bel sogno ricorrente?
Starà facendo un bel sogno ricorrente?

Ci sono poi sogni ricorrenti che tutti facciamo, sono veri e propri archetipi con una base comune: cadere, essere inseguiti, essere morti, trovarsi in luoghi allagati, veder cadere dei denti, essere nudi, essere ad un esame e non ricordarsi nulla e altri simili.

Prendiamo il classico sogno di cadere: ci si risveglia sempre di colpo, angosciati e di solito indica che ci sentiamo non adeguati nei confronti di una certa situazione. Un altro sogno ricorrente classico è quello dove si viene inseguiti, il significato è chiaro: abbiamo paura di affrontare qualche situazione difficile che tendiamo a rimandare e che non prendiamo mai di petto.

Denti che cadono? Di solito indicano che abbiamo perso qualcuno o qualcosa, nell’interpretazione dei sogni sono anche un presagio di morte verso i famigliari. Sognare di essere nudi, magari davanti a una platea? La psicanalisi ci insegna che si soffre di un complesso di inferiorità se ci sentiamo in imbarazzo, mentre se siamo a nostro agio, vuol dire che ci troviamo bene con noi stessi.

Voi quali sogni ricorrenti fate di solito? Io quello di essere alle prese con un esame o un’interrogazione e non aver studiato nulla.

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri