Da oggi potrai mettere il tuo cognome al tuo bambino e non più quello del padre

 

La Corte Costituzionale ha dato il via libera all’utilizzo del cognome della madre al posto di quello paterno. Secondo la Consulta non è costituzionale dare automaticamente ai figli il cognome del padre, soprattutto se i genitori vogliono percorrere una strada diversa. Tuttavia non gioite troppo: adesso bisognerà aspettare che la sentenza venga depositata per poter capire perché la Corte abbia deciso in tal senso. Nel 2006 era già successa una cosa del genere. Era stato chiesto di poter utilizzare il cognome materno al posto di quello paterno.

Una madre con la propria figlia
Una madre con la propria figlia

I giudici in effetti all’epoca avevano dichiarato che il fatto di usare automaticamente il cognome del padre fosse il frutto di un retaggio di quando c’era una concezione patriarcale della famiglia, solo che toccava al legislatore cambiare le carte in tavola.

Questo è il motivo per cui la legge non è stata ancora cambiata. Successivamente la Corte d’Appello di Genova ci riprovò: la stessa Corte Europea di Strasburgo aveva condannato l’Italia perché non permetteva l’attribuzione del cognome materno e i giudici di Genova si trovavano di fronte al caso di un bambino con cittadinanza italo-brasiliana costretto ad usare cognomi diversi a seconda dello Stato in cui si trova.

Ora bisogna vedere se il legislatore si darà una mossa a fare qualcosa visto che anche la Corte Costituzionale si è schierata a favore della possibilità di attribuire il cognome materno al posto di quello paterno.

di Laura Seri