Decluttering: l’arte di fare spazio

Se vi sentite, in questo momento specifico, particolarmente confusi può darsi sia necessario fare ordine, partendo dalla vostra casa. Gli spazi che viviamo sono il contenitore della nostra sfera emotiva, un vero e proprio fardello che rischia di ingolfare la nostra vita, impedendoci di andare avanti.

Se la vostra scrivania, così come l’armadio, sono sempre incasinati forse è il caso che vi fermiate a leggere questo articolo e, facendo ordine, metterete chiarezza dentro di voi. Il termine decluttering indica letteralmente “fare spazio”, eliminare il superfluo, ciò che è semplicemente ingombrante.

decluttering
Un ambiente ordinato è un posto fertile per le idee

A pensarci bene tutti siamo pieni di oggetti che il più delle volte non ci servono, lo spunto parte proprio da questo “possedere meno e possedere in ordine”, perché liberandoci da ciò che non ci occorre ci libereremo dal superfluo, dai ricordi, da ciò che ci lega al passato.

La domanda che nasce spontanea è: perché cotanto accanimento verso gli oggetti materiali? Pare sia stato dimostrato che le persone utilizzino soltanto il 20% di ciò che possiedono e tutti questi oggetti inutili non fanno che impadronirsi del nostro spazio vitale, generando disordine mentale e bloccando il corretto flusso di energia.
Sono innumerevoli le ragioni che ci legano agli oggetti, i ricordi, la risposta consumistica a un mondo governato da tali ragioni, un vuoto esistenziale spesso colmato da acquisti futili.

Quel bisogno di possedere non ci arricchisce ma al contrario ci ingabbia all’interno di spazi opprimenti, soffocando la nostra creatività.

decluttering
Fate ordine nella vostra mente partendo dalla vostra casa

Ma come procedere per fare spazio nella propria vita?

• Liberarsi delle cose brutte

Il primo metodo (quello sicuramente più applicato) è liberarsi, in primis, di tutte le cose brutte, dove per brutte intendo anche la montagna di regali orribili accumulati nel corso degli anni (e mai riciclati!).
Se sono rimasti accatastati nel ripostiglio, senza essere stati mai utilizzati, evidentemente non vi servono, quindi largo al nuovo!

Procedete di stanza in stanza

Vi sembrerà un’operazione semplice, ma non lo è per niente e spesso richiede l’impegno e l’attenzione di tutta la famiglia, ma non scoraggiatevi.
Procedete poco per volta e di stanza in stanza, partendo da quelle dove passate più tempo fino al garage.
Se il tempo è il vostro tallone d’Achille non importa: dedicate ogni giorno qualche minuto a quest’impresa, i vostri sforzi saranno ripagati con tanto buonumore.

• Avete dubbi? Eliminate!

Se siete indecise se sbarazzarvi o meno di un oggetto è implicito che non vi serve già.
Importante: non abbiate remore relative a mode che torneranno, figli o addirittura nipoti che ne potranno trarre giovamento e se le avete regalate anziché buttare, magari a qualcuno serviranno realmente.

• Se buttare vi dispiace cambiate verbo: vendere!

Il web è pieno di mercatini dell’usato e vi assicuro che al mondo esiste gente disposta a comprare qualunque cosa (ok, forse non è l’articolo giusto nel quale dirlo).
Farete spazio nella vostra casa, nella vostra vita e ci ricaverete anche qualcosa.

• Eliminare vuol dire prepararsi al cambiamento

Abbiamo armadi pieni di vestiti che abbiamo indossato pochissimo, biancheria per le grandi occasioni che non sono mai arrivate, album di fotografie e ricordi degli ex.
Organizzare gli spazi vuol dire fare largo al cambiamento che si prepara dentro di noi, lasciarsi alle spalle il passato aprendosi a nuove esperienze e nuove idee.
Nb: non lasciate oggetti in attesa di giudizio, pensando di decidere successivamente se buttarli o meno, il benessere interiore parte da noi e non dalle cose di cui ci circondiamo.

• Prima di buttare comprate meno

Alla base di tutto dovremmo fare un’opportuna riflessione: passi ciò che negli anni ci regalano di inutile, ma alimentare la morsa del consumismo, riempiendo le nostre case di inutili orpelli, proprio no.
Cominciate ad organizzare oltre agli spazi anche ciò che vi serve realmente e avete davvero bisogno di acquistare.

• Le riviste, ne vogliamo parlare?

Vi sembrerà strano ma tra le cose più accumulate risultano le riviste, quando si dice “il peso della cultura”!
La soluzione in questo caso non è evitare di leggere ma passare agli abbonamenti delle riviste digitali!

• Fashion addicted non temete

clutter
Fare ordine equivale anche a risparmiare tempo, quello che perdiamo quando cerchiamo gli oggetti!

Una vera fashion addicted come potrebbe rinunciare all’abbinamento giusto per una mise sempre impeccabile?
La soluzione esiste: investite in capi evergreen, classici intramontabili che non passeranno di moda.
Non soltanto eviterete di trovarvi a riflettere sul dubbio gusto della stagione precedente ma cavalcherete le tendenze e, se vi stuferete, potrete rivendere poco meno che al prezzo di mercato.

Stesso discorso vale per le beauty addicted: i trucchi, dopo un anno, scadono!

E ora che vi siete liberate dell’inutile non vi sentite già più leggere?!

di marilu.briguglio