Deumidificatore e condizionatore, quali sono le differenze?

Deumidificatore o condizionatore, quali sono le differenze e quale scegliere per venire incontro alle nostre esigenze? Ovviamente prima bisogna informarsi bene per capire cosa vogliamo portare nelle nostre case in vista del grande caldo che arriverà a breve e che, in parte, ha già colpito diverse regioni italiane. Il portale QualeScegliere.it ha creato un vademecum per poter aiutare i consumatori nella scelta tra deumidificatore e condizionatore.

Secondo il sondaggio gli italiani che vivono in Lombardia sono i più interessati al deumidificatore, seguiti da quelli di Lazio e Veneto. Roma, Milano e Napoli le città dove sono più diffusi. Il condizionatore portatile, invece, va in voga in Abruzzo, in Lazio e in Lombardia e tra le città la più interessata è Teramo, prima di Milano e Roma.

Tra deumidificatori e condizionatori portatili, gli italiani preferiscono i primi, che, secondo gli esperti, sono una scelta più vantaggiosa: sono entrambi utili in caso di caldo, ma agiscono in modi diversi, perché il condizionatore raffredda l’ambiente con un getto d’aria a bassa temperatura, mentre il deumidificatore asciuga l’umidità, diminuendo l’afa estiva percepita.

Inoltre, i deumidificatori hanno un costo in media più basso rispetto ai condizionatori: i primi costano dai 150 ai 300 euro, mentre i secondi dai 400 a più di 500 euro. I deumidificatori permettono anche di risparmiare per quello che riguarda i consumi: con una media di 14 euro contro i 24 dei condizionatori portatili. Anche il risparmio energetico è molto alto.

Il deumidificatore è utile anche in altre stagioni dell’anno, mentre di solito il condizionatore si usa solo d’estate. Dal punto di vista della salute, poi, il condizionatore può causare problemi a livello articolare, muscolare, raffreddamenti, mentre il deumidificatore non dà particolari problemi.

Luisa Esposito, uno degli esperti di QualeScegliere.it, spiega: “Crediamo che il deumidificatore rappresenti una scelta più salutare e più giusta per i consumatori, rende il clima più piacevole, non elimina il caldo e fa vivere questa stagione in maniera naturale. Vince nel confronto per quanto riguarda il risparmio, sia nel momento dell’acquisto sia sui consumi energetici, quindi sulla bolletta. È importante chiarire che deumidificatore e condizionatore funzionano in modo diverso, il consumatore deve quindi scegliere come affrontare il grande caldo secondo le specifiche esigenze. L’offerta è ampia e essere informati permette di trovare prodotti più adatti e a volte meno cari di altri”.

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Casa