Distributori automatici di racconti per ingannare l’attesa

 

Quando siamo in metropolitana e attendiamo che passi la metro, se c’è connessione, ne approfittiamo per tirare fuori il nostro smartphone e sbirciare internet per qualche minuto; se non c’è connessione, ci intratteniamo con qualche giochino della serie “Candy Crash”. Ma se avessimo la fortuna di vivere a Grenoble, potremmo anche leggere una bella storia, veloce e stampata su carta: si trovano nell’apposito distributore di storie. Tutto gratis.

È un’idea del comune della città che cerca, da un lato, di ridare vita alla “cultura”, e dall’altro, di sollevare dalla tristezza della digitazione.
In più, si regala il gusto della sorpresa: quale racconto capiterà in mano? Sarà bello? Sarà brutto? Sarà qualcosa che si può riutilizzare per divertire gli amici?

Short Edition, il distributore automatico di brevi racconti

Quello che bisogna fare è avvicinarsi al distributore automatico e selezionare una storia.
Si può scegliere la lunghezza sulla base del tempo di attesa: due, tre o cinque minuti. Quella da tre minuti, ad esempio, è un foglietto largo otto centimetri e lungo 60, come fosse un enorme scontrino. Quello da cinque è lungo quasi il doppio. A fornirle ci pensa una casa editrice startup, Short Edition.

“Ci abbiamo pensato la prima volta di frone a un distributore di barrette di cioccolato e di bibite. Si può fare la stessa cosa con un po’ di letteratura popolare, per occupare i tempi morti”, ha detto Christophe Sibieude, il confondatore e presidente della startup.

Un’idea davvero originale che speriamo arrivi presto anche in Italia.

 

Foto: Jean-Pierre Clatot / Afp / Getty Images

di Eliana Avolio