Dormire in letti separati aiuta a prevenire il divorzio

Se si parla di cause per cui una coppia divorzia o si separa, prendendo in esame quelle mediche al primo posto troviamo il russare. Se poi si prendono in considerazione tutte le cause, è al terzo posto, dopo infedeltà e problemi economici. Quante volte abbiamo sentito coppie litigare perché uno dei due (o entrambi) russano, si tirano calci mentre sono a letto, si rubano le coperte, lei vuole dormire con la finestra spalancata e lui congela, lui vuole dormire con la tv accesa e lei non riesce a prendere sonno?

Letti separati? Ancora meglio dormire in stanze separate
Letti separati? Ancora meglio dormire in stanze separate

Tutti questi screzi, giorno dopo giorno, finiscono con il logorare il rapporto di coppia. Poi considerate il fatto che perdere sonno o soffrire di insonnia creano problemi alla salute: si aumenta il rischio di problemi cardiaci, ictus, disturbi respiratori, depressione e tendenze suicide.

Parlando di vita di coppia, il rischio è il divorzio. Proprio per evitare che ci si separi a causa di un sonno non soddisfacente, gli esperti consigliano di dormire, se possibile, in letti separati. Infatti è difficile che due persone abbiano le medesime abitudini a letto, quindi condividere lo stesso spazio può creare problemi, provocare insonnia e alla lunga separazione.

Stanze separate? Ancora meglio di letti separati. Se proprio non è possibile, allora bisogna raggiungere dei compromessi: se lui vuole guardare la tv lo farà solo fino ad una certa ora, idem se lei vuole leggere a letto. E per l’intimità? Nessun problema: non è necessario dormire insieme per tutta la notte per poterne beneficiare.

Foto: FlickrFlickr

di Laura Seri