Ecco perché ci dà fastidio quando qualcuno gratta su una lavagna

Se c’è una cosa che assolutamente non sopportiamo, è sicuramente il rumore di un’unghia o di un gessetto che grattano sulla lavagna. E’ una delle cose più fastidiose che esistano al mondo e non appena percepiamo questo suono subito rabbrividiamo e non vediamo l’ora che finisca. Sarà perché subito ci vengono in mente gli artigli di Freddy Krueger sulla lavagna, nella celebre saga horror Nightmare, sappiate che però tutti soffrono sentendo questo rumore. E’ una condizione innata ed è un’emozione che ora ha un nome: grima!

Do fastidio?

Grima è la nuova emozione scoperta dagli scienziati e altro non è che quel fastidio che proviamo quando qualcuno graffia una lavagna o quando il coltello graffia il piatto. La scoperta è stata fatta dai ricercatori spagnoli e tedeschi delle Università di Madrid e Konstanz.

Non è disgusto quello che proviamo, ma una reazione innata che si esprime a livello mentale, uditivo e anche cutaneo. Secondo quanto riportato nello studio, proviamo ribrezzo (questa sarebbe la tradizione della parola spagnola grima), un’emozione che può essere controllata e frenata con il pensiero.

Ma perché proviamo ribrezzo? Lo stimolo sonoro sarebbe composto da frequenze acustiche irritanti per l’udito dell’uovo: è una condizione ancestrale, provata indistintamente da tutti, anche da chi nella propria lingua non ha una parola equivalente a quella spagnola per spiegare l’emozione.

Quindi, la prossima volta che soffrirete quando Freddy Krueger graffierà sulla lavagna, saprete come chiamare l’emozione negativa e irritante che state provando. Sempre meglio che niente, no?

di Redazione