Food Blogging: i consigli per scattare foto perfette

 

Il cibo è un elemento considerato tanto normale e inserito nella nostra quotidianità che si è ritenuto tremendamente inutile fotografarlo in modo professionale fino a qualche tempo fa.
Quando il cosiddetto Food Blogging ha preso piede e il cibo, insieme ai viaggi, è diventato un argomento così d’attrattiva sul web da sviluppare numerose professioni legate alle sue vie espressive via web e l’immagine, senza dubbio, è una delle forme di linguaggio più consone.
La Food Photography è ormai una vera disciplina legata al food blogging e si propone di immortalare cibi in modo da scatenare forti emozioni in chi le osserva.

Gli addetti ai lavori considerano la food photography una delle specializzazioni della fotografia più difficile, ma anche senza essere esperti, conoscendo qualche regola base, si possono migliorare notevolmente le fotografie che dovranno essere utilizzate su blog o siti web che non hanno a disposizione fotografi professionali.

Food blogging: 10 regole per migliorare le tue fotografie

1- Scegliere il cibo giusto

Consigli di fotografia per food blogger
Ti sembra buono? Non è detto che lo sia

Non è una cosa che sfugge a nessuno: la maggior parte del cibo che si guarda in foto è praticamente immangiabile. Insomma una cosa è preparare un piatto per il palato e una cosa è farlo per una foto.

Ad esempio i cibi devono essere poco cotti per mantenere e forma e colori adeguati soprattutto se parliamo di pasta, verdura e pesce.

2- L’uso della luce giusta

Ogni scena ha la sua luce prediletta e quella ideale per il food blogging è la luce soffusa. Insomma meglio illuminare i piatti con la luce naturale servendosi di una finestra ben esposta, che sfruttare fonti di illuminazione artificiale dirette. Questo soprattutto perché luci dirette creano riflessi e zone d’ombra irreali.

Altro consiglio: la fonte di luce deve essere dietro oppure lateralmente al piatto da fotografare, in questo modo si ha un effetto molto più naturale.

3- Costruite un set

Consigli di fotografia per food blogger
Una foto favolosa

Il set è un altro aspetto fondamentale del food blogging: con set intendo l’ambiente in cui si inseriscono i cibi.

Il set si potrebbe comporre di oggetti da cucina come piatti, bicchieri, posate, oppure tessuti. Regola fondamentale riguarda le dimensioni: sempre usare oggetti di piccole dimensioni, non servite della pasta in un piatto da portata, ma in un piatto da dolce, l’effetto sarà molto diverso.

4- Crea abbinamenti di colore

Consigli di fotografia per food blogger
Gioca con i colori

Il colore è fondamentale nella fotografia a tema cibo. Proprio per questo spesso si vedono nelle fotografie guarnizioni con colori in contrasto con il piatto che si vuole presentare.

Oltre i colori del piatto è importante considerare anche i colori dello sfondo, della tavola su cui il piatto si poggia, dei tessuti utilizzati dei piatti e via dicendo.

5- Studiare l’angolo di ripresa

Consigli di fotografia per food blogger
L’inquadratura dall’alto mette in evidenza la composizione

L’angolo di ripresa, o se preferite chiamarlo inquadratura, è il quarto elemento fondamentale di una fotografia con tema cibo.

Gli angoli di ripresa possono essere tre: da sinistra (0/15 gradi), la foto al centro (45 gradi), o foto a destra (foto aerea). La visuale al centro è quella a cui siamo più abituati essendo quella con cui ci si approccia al cibo. Le altre due sono sicuramente più complicate da ricreare, ma sono anche le vie più artistiche di approccio, specie l’aerea (adatta a composizioni speciali).

6- Raccontare una storia

Consigli di fotografia per food blogger
Anche il piatto più semplice può raccontare una storia

I 4 elementi fin’ora descritti servono a una cosa: raccontare una storia. Solo se la fotografia racconta una storia può coinvolgere e far scatenare l’acquolina in bocca a chi guarda.

7- Composizione della fotografia

Consigli di fotografia per food blogger
Giocare con lo sfocato mette in evidenza il piatto

Mai sentito parlare della regola dei 2/3? Insomma la regola con la quale con due righe verticali e due orizzontali si divide lo schermo in 9 parti e si chiede di posizionare il soggetto all’intersezione delle linee. Bene vale anche per la food photography, ma con alcune specifiche.

Per fotografare il cibo si usa porre un oggetto in primo piano o un ingrediente specifico sfocando il resto. Per fare ciò è bene utilizzare diaframmi particolarmente aperti.

L’inquadratura è inoltre principalmente verticale, per far spazio al piatto, mentre l’orizzontale è creata in genere solo per specifici utilizzi dell’immagine come libri o riviste.

8- Pubblicate solo fotografie ben fatte

Poche ma buone, non è un modo di dire. Meglio pubblicare su blog e social solo fotografie perfette anche se poche piuttosto che fotografie lievemente sfocate pensando che tanto l’occhio inesperto non possa accorgersene.

Vi assicuro che una fotografia, anche impercettibilmente mal impostata può avere risultati ben diversi da quelli progettati.

9- Trucchi di styling del cibo

Il cibo deve essere presentato nella sua forma migliore ecco perché meglio utilizzare qualche piccolo trucco:

– Pietanze verdi: immergile in acqua ghiacciata qualche minuto e sgocciolala bene prima dello scatto. Il verde sarà ancora più intenso.
– Spalmare i cibi caldi con dell’olio in modo da farli sembrare appena preparati.
– Non usare troppo condimento sulle insalate: il condimento tende a renderle più flaccide ed evita il sale.
– Come già detto, meglio usare pietanze semi crude che mantengono una migliore consistenza.

E tu come fotografi i tuoi piatti da postare? Segui questi consigli e controlla se i tuoi scatti sono migliori dei precedenti e piano piano personalizza la tua firma, non si va da nessuna parte imitando, meglio creare un proprio stile.

di Agnese.C