Gita nei dintorni di Roma: scopri le destinazioni

 

La capitale romana è considerata una delle città più belle al mondo, con i suoi monumenti, le sue strade acciottolate e i suoi scorci panoramici.
La sua bellezza però si estende oltre la terrazza del Pincio, le passeggiate dei Fori Imperiali, le piazze storiche e le opere di Michelangelo.
Se siete amanti di questa città, dovrete allargare i vostri orizzonti e immergervi nel fascino dei suoi dintorni, dove risiedono posti unici d’arte e natura.

Che cosa state aspettando allora?

Preparate lo zaino, che si parte per una gita fuori le porte di Roma.
Abbiamo selezionato per voi quattro destinazioni, dove potrete trascorrere qualche ora di svago e di relax senza allontanarvi troppo dalla capitale romana.

Scopriamo insieme quali sono questi luoghi.

1. Fumone

14855972168_a3cc2e296d_k
Il centro abitato di Fumone

Questo piccolo borgo medievale si trova nella provincia di Frosinone tra la valle del Sacco e la conca compresa tra Fiuggi e Alatri.
Il centro abitato si erge su un colle dalla caratteristica forma di cono, tra i rilievi montuosi dei Monti Ernici e dei Monti Lepini.
Fumone è noto per essere stato il luogo di prigionia del papa Celestino V dopo la sua rinuncia al pontificato.

– Cosa vedere

Il Castello di Fumone è la principale attrattiva di questo piccolo paese.
L’ingresso al castello è di 10 euro, il tour è accompagnato da una guida che vi racconterà le storie e le leggende che caratterizzano questo luogo magico e suggestivo.

Al suo interno troverete il pittoresco giardino pensile di 3500 mq realizzato dalla famiglia Longhi nel Seicento, che oggi vanta di essere il più grande d’Europa.
Altra struttura importante e molto bella è Porta Romana, il più importante accesso al paese, un tempo fornita di un ponte levatoio.
Il borgo è formato da vicoli che raccontano secoli di storia, tutti pavimentati in pietra e adornati da fiori. Ogni vicolo è uno scorcio da fotografare.

Dopo aver visitato il borgo, potrete decidere di fermarvi alla Riserva Naturale del lago di Canterno, situato proprio ai piedi dei Monti Ernici.

– Dove mangiare

IMG_4043
Le Sagne pelose al pomodoro

Il piatto tipico di Fumone sono le Sagne pelose, fettuccine senza uova.
Potrete degustarle a La Taverna del Barone, una caratteristica osteria che propone un menù fisso di piatti tipici ciociari, tra cui affettati misti e formaggi, pasta e fagioli, carne alla brace e tanto, tanto vino.

– Come arrivare in auto

Per raggiungere Fumone via autostrada, prendete la A1 (Milano-Napoli) e proseguite per l’uscita Anagni Fiuggi T.
Oppure, prendete la S.S. 6 Casilina direzione Frosinone fino al bivio per Fumone.

2. Nemi

3483488687_2bb8517a37_o (1)
Il paesino di Nemi

Nemi è il comune più piccolo dell’area dei Castelli Romani.
Questa cittadina è famosa per la coltivazione delle fragole. sulle sponde del Lago di Nemi, e per la sua relativa sagra che si svolge la prima domenica del mese di giugno.

Nemi, che in passato è stata frequentata da grandi artisti come Goethe, Stendhal e D’Annunzio, è il luogo ideale per rilassarsi e fare lunghe passeggiate, gustare le specialità locali e visitare le chiese e gli edifici Medievali.

– Cosa vedere

Ci sono numerosi siti storici che potrete visitare qui a Nemi, tra cui il Palazzo Ruspoli, un edificio Medievale costruito dai Conti di Tuscolo nel periodo del loro dominio, e il Tempio di Diana Nemorense, un antico edificio romano, un tempo luogo di culto sacro per i Romani, che si recavano qui per pregare la dea.

– Dove mangiare

3548207887_b314bc71b0_o
Le fragole di Nemi, prodotto tipico del paese

Se decidete di fermarvi per il pomeriggio, vi consiglio di provare le fragole, che sono la specialità del luogo.

Il Bar delle Fragole è il locale perfetto per degustarle.
Questo bar, in stile liberty, offre un’ampia terrazza che si affaccia proprio sul meraviglioso lago di Nemi.
Provate le coppe di gelato con fragoline oppure le crostatine di frolla con crema chantilly, una vera delizia per il palato!

– Come arrivare in auto

Dal G.R.A. di Roma uscite sulla Via Appia e all’altezza dell’aeroporto di Ciampino proseguite per la Via dei Laghi fino a Nemi.
Altrimenti, provenendo dall’autostrada A1, uscite al casello di San Cesareo girate a destra su Via Casilina, poi a sinistra in Via Tuscolana e proseguite per i Pratoni del Vivaro fino a Nemi.

3. Vetralla

Vetralla (VT)
Vetralla

La località di Vetralla è situata nella provincia di Viterbo, ai piedi dei Monti Cimini.
E’ nota per le sue terracotte e per la sagra del fungo porcino che si svolge nel mese di Settembre.

– Cosa vedere

Se cercate il relax e la tranquillità, allora Vetralla farà al caso vostro.
Il borgo storico si estende lungo caratteristiche stradine, entro resti di antiche fortificazioni, e si sviluppa intorno al Duomo settecentesco dedicato a Sant’Andrea e ad antichi palazzi nobiliari.

Assolutamente da non perdere sono gli affreschi quattrocenteschi e seicenteschi che si trovano all’interno della chiesa di S. Francesco e il piccolo museo della Città e del Territorio, che ospita mostre dedicate ai centri storici e agli artigiani tradizionali della Tuscia.

– Dove mangiare

porcini_2
I porcini tipici di Vetralla

A Vetralla si possono incontrare numerosi agriturismi e trattorie dove poter degustare una cucina moderna con ricette tradizionali.

Fermatevi alla trattoria La Lanterna, dove la carne è ottima e i dolci non sono da meno.
Per il vostro dessert, vi consiglio di ordinare il tortino al cioccolato con i funghi porcini.

– Come arrivare in auto

Dal G.R.A. prendete l’uscita Cassia Veientana- Viterbo.
Attraversate Gabelletta, Sutri e Capranica e proseguite fino a Vetralla.

4. Nepi

Al_Forte_dei_Borgia_14_giugno_2010
Nepi durante la Contada San Biagio

La località di Nepi è famosa per la sua acqua, non è un caso che il suo nome deriva dalla parola etrusca Nepa, ovvero acqua.
Come Vetralla, è situata nella provincia di Viterbo, su uno sperone dei monti Cimini.

– Cosa vedere

Due porte, Porta Romana e Porta Nica, permettono l’accesso nella cittadina che custodisce varie attrazioni turistiche, tra cui il magnifico Duomo di Nepi che sorge sui resti di un’antica cattedrale risalente al V secolo, il Palazzo Comunale, uno splendido esempio di palazzo rinascimentale, e il Castello dei Borgia che ogni estate si anima con una serie di appuntamenti di cultura musica e teatro (famosa è la Contada San Biagio) che attirano numerosi visitatori da tutta la Tuscia e non solo.

– Dove mangiare

Cacio e pepe blog 2
Fettuccine Cacio e Pepe

Per un’ottima cucina che offre piatti tradizionali, vi consiglio Casa Tuscia.
I piatti sono di qualità, la scelta dei vini è vasta e i prezzi sono ottimi: da provare assolutamente la pasta cacio e pepe.

– Come arrivare in auto

Dal G.R.A. prendere l’ uscita 5 – SS 2bis Cassia V.(Veientana), imboccare l’uscita per Mazzano Romano e seguire le indicazioni per Nepi.

di Rory