Gli errori più comuni di chi guida

 

Chi guida spesso non si rende conto di commettere piccoli o grandi errori che possono mettere a serio rischio la propria incolumità e quella di chi viaggia con loro o di chi si trova a incrociarli per strada. Lo facciamo, tutti, un po’ per abitudine, un po’ per incoscienza, un po’ perché “non mi è mai capitato nulla” e quindi continuo a farlo. Sarebbe bene, invece, tornare un po’ indietro ai tempi della scuola guida, per capire che mentre si è al volante sarebbe bene pensare solo a quello. Ecco gli errori più comuni che facciamo mentre guidiamo.

Dove si tenevano le mani?

1. Andare troppo veloci

Siamo sempre di fretta, ma se hanno messo dei limiti di velocità da rispettare, un motivo ci sarà, no?

2. Mandare sms

Davvero volete guidare per qualche metro di strada senza vedere quello che accade davanti a voi?

3. Tenere le cuffie nelle orecchie

E magari con la musica accesa… O l’autoradio a tutto volume… Così non sentite nulla: e se qualcuno vi suona? O se è in arrivo un’autoambulanza?

4. Non allacciarsi le cinture

Pensate che le abbiano messe per bellezza? Sono lì per essere usate e per salvarvi la vita.

5. Solo una mano sul volante

Com’era la lenzioncina a scuola guida? Mani a ore 10.10, non una mano sul volante e l’altra chissà dove!

6. Le frecce non sono per gli indiani

Lo sapete, vero, che sono state installate per segnalare agli altri automobilisti che stiamo svoltando…

7. Non scalare le marce

I neo patentati lo sanno bene: per frenare non bisogna schiacciare a fondo il freno, ma scalare lentamente le marce.

8. Le rotonde non sono un optional

Bisogna dare sempre la precedenza a chi ha già impegnato la rotonda, tranne nei rari casi in cui sono presenti segnali di dare la precedenza.

di Redazione