I 6 più grandi stereotipi sulle madri che lavorano

 

Purtroppo sulla figura di donna madre e lavoratrice sono tanti gli stereotipi che campeggiano. Se si mettono insieme le tante critiche fatte alle donne che cercano di conciliare questi due mondi (casa e lavoro) quello che ne viene fuori è la necessità che la donna scelga di essere una cosa o l’altra perché in genere si rischierebbe di non fare bene nessuna delle due cose.

L'inconciliabilità di una madre ed il lavoro
L’inconciliabilità di una madre ed il lavoro

Si tratta di una cosa che però può risultare vera solo in parte e spesso solo per alcuni soggetti, ed in alcuni casi (forse la maggioranza) l’incompatibilità tra i due ruoli di mamma e donna lavoratrice deriva più che altro dal sistema lavorativo che di certo non aiuta l’organizzazione delle due funzioni.
Nonostante gli esempi di donne in grado di conciliare esemplarmente i loro compiti a casa e al lavoro se messe nelle giuste condizioni, gli stereotipi sembrano prevalere.

Vediamo insieme quali sono gli stereotipi più comuni sulle donne mamme/lavoratrici.

1- Fai bene il tuo lavoro quindi non sei presente in famiglia

Si tratta di una delle critiche più irritanti rivolte alle donne lavoratrici. Ad un uomo in carriera non si conteggiano le ore passate con i figli per essere considerato un bravo padre…ad una donna invece si.

2- Una mamma lavoratrice è inaffidabile

L’inaffidabilità è dovuta alla necessità di dover affrontare emergenze familiari che spesso ricade per la maggior parte sulla donna. Studi rivelano però che in realtà lavorative in cui si viene incontro alle necessità femminili con lavoro flessibile, permessi e via dicendo, i risultati sul lavoro sono sempre ottimi anche perché la donna è in grado di tenere separate le due realtà e non c’è legame tra essere madre e essere inaffidabile.

L'inconciliabilità di una madre ed il lavoro
L’inconciliabilità di una madre ed il lavoro

3- Torni subito al lavoro dopo il parto: vuol dire che non vuoi occuparti delle faccende di casa

Non mi risulta che andare al lavoro ad occuparsi di scartoffie equivalga a scappare in una spa per rilassarsi, ma qualcuno ha l’ardire di affermare che una donna torni presto al lavoro più che per senso di dovere per voglia di evitare compiti domestici. A nessuno piace occuparsi di lavatrici e piatti sporchi, ma questo non fa diventare il lavoro una fuga dai doveri.

4- La donna lavora solo per dimostrare qualcosa a qualcuno

Riuscire ad essere donna che riesce sul lavoro, madre e moglie in contemporanea può essere motivo di vanto, ma non si fa tutto questo solo per dimostrare a chissà chi qualcosa…magari lo si fa per se stesse.

5- Lavorare con i figli non fa bene alla stabilità familiare

Alcune donne decidono di lavorare altre di rimanere a casa per badare ai figli. Rimanere a casa può essere una decisione giusta se presa liberamente e con una giusta ponderazione. Non è detto che con il passare del tempo non si rimpianga la vecchia vita, e questo può fare ancora peggio alla famiglia.

L'inconciliabilità di una madre ed il lavoro
L’inconciliabilità di una madre ed il lavoro

6- Non c’è modo di conciliare casa e lavoro

Questa è l’idea più chiusa ed estremista. O si è una cosa o l’altra, non si può essere entrambe. Essere madri è già un lavoro full time 7 giorni su 7, come si vuole pretendere di aggiungere altro lavoro?

Se vogliamo proprio spezzare una lancia in favore delle mamme lavoratrici ricordiamo a tutti che alcuni studi dimostrano che i figli di madri lavoratrici hanno a loro volta maggior successo crescendo.

di Agnese.C