I 7 rimedi naturali per eliminare i ragnetti rossi

 

Se avete delle piante in balcone o in terrazzo, se avete un orticello o un piccolo giardino, ma anche per grandi appezzamenti, il Tetranychus urticae potrebbe essere il vostro nemico numero uno. Il cosiddetto “ragnetto rosso“, infatti, attacca diversi tipi di piante, sia le piante che danno fiore, sia quelle che danno i frutti, senza dimenticare gli ortaggi: quando la pianta è “infestata” possiamo notare che le foglie si seccano e cadono prematuramente. Come liberarsi dei ragnetti rossi? Ecco i nostri 7 rimedi naturali!

Come liberare le piante dai ragnetti rossi
Come liberare le piante dai ragnetti rossi

1. Aglio

E’ un insetticida naturale che può aiutarci in moltissimi casi.

2. Argilla espansa

Ricoprite il fondo dei vasi: i ragnetti non amano l’umidità.

3. Bagnare le piante

Bagnate spesso le piante, soprattutto nelle giornate più calde e di sera.

4. Acqua

Usate l’acqua anche con degli spruzzini, per bagnare le foglie se la diffusione non è ancora massiccia.

5. Cipolle

Fate bollire la cipolla nell’acqua e quando sarà fredda spruzzatela sulle piante.

6. Rosmarino

Acquistate l’olio essenziale di rosmarino, terrà lontani i ragnetti.

7. Sapone di Marsiglia

E chi lo avrebbe mai detto? Scioglietelo in acqua e spruzzate il liquido sulle foglie.
Fonte foto: Wikimedia

di Redazione