I quattro hotel più solidali del mondo

 

Esistono quattro hotel nel mondo che meriterebbero tutti le cinque stelle, soltanto per quello che fanno in opere di bene. Queste strutture lavorano non solo per ospitare i turisti, ma anche per migliorare il mondo ad esempio aiutando i rifugiati o i senza tetto. Scopriamo le loro storie.

L’hotel che da lavoro ai rifugiati

Al Magdas Hotel (Vienna) la maggior parte del personale è composto da rifugiati, offrendo loro la possibilità di un lavoro e di un futuro. Ad aiutare in questa attività è stata la Caritas,  con un importante investimento che l’hotel ripaga di mese in mese in base ai propri introiti. Attualmente il personale è composto da austriaci, polacchi ed africani e da venti rifugiati.

Madgas
L’hotel che da lavoro e futuro ai rifugiati. fonte: checkin.trivago.it

L’hotel che garantisce la scuola ai bambini

L’ Hotel Stella Maris Lodge – Moshi (Tanzania) –  è stato costruito per finanziare una scuola per 350 bambini – che si trova oggi proprio accanto all’hotel. Gli ospiti dell’hotel che si trovano lì con lo scopo  di vedere il Kilimangiaro restano felici nello scoprire che il proprio soggiorno è un incredibile dono per i bambini del villaggio.

StellaMaris_Stan
L’hotel che garantisce la scuola ai bambini. fonte: checkin.trivago.it

L’hotel che dà una famiglia ai cagnolini

L’Aloft Hotel – che si trova ad Asheville, negli Stati Uniti –  lavora in collaborazione con la “Charlie’s Angel Animal Rescue” per un progetto volto ad ospitare cani. Inizialmente doveva durare soltanto quattro mesi nel 2014, ma  poi è diventata un’attività permanente. Nell’hotel viene ospitato un cane alla volta e mediamente occorrono 10 giorni prima che venga adottato.

Aloft_cane2
L’hotel che da una famiglia ai cagnolini fonte: checkin.trivago.it

L’hotel che sostiene lo sviluppo della comunità locale

Soria-Moria-2
L’hotel che sostiene lo sviluppo della comunità locale

Nato dall’idea di una coppia norvegese, l’Hotel Boutique Soria Moria –Siem Reap, in Cambogia – è stato un progetto di crescita per la comunità locale. Persone che non avrebbero avuto grandi occasioni di crescita professionale, economica e culturale hanno potuto studiare, imparare un mestiere e divenire oggi veri professionisti dell’ospitalità, nonché proprietari di quote dell’hotel.

fonte: checkin.trivago.it

di Marianna Feo

  • In questo articolo:
  • News