Idee per il weekend: la storica e accogliente Norcia

 

Con 4.937 abitanti, Norcia è uno dei piccoli gioielli dell’Italia centrale. A circa 100 km da Perugia, è inserita tra la Valnerina e i Monti Sibillini ed è nota a tutti soprattutto per la bontà dei cibi tradizionali, da gustare all’interno delle caratteristiche norcinerie-salumerie.
Il Rinascimento è il periodo più florido per la città, che sotto le corti papali fa vedere la luce a un’accademia letteraria, vengono aperte delle scuole, fondato un teatro e la città si popola di chiese e monasteri. Purtroppo, il recente terremoto che ha colpito fortemente Accumuli e Amatrice non è il primo nella storia dell’Umbria. Anche a Norcia negli anni Settanta e Ottanta ci sono stati diversi eventi sismici che hanno distrutto monumenti importanti e tracce risalenti all’epoca pre-romana.

Trascorrere un weekend a Norcia può essere la scelta ideale per le famiglie con bambini che vogliono vivere una vacanza a contatto con la natura, tra percorsi escursionisti e incontri con animali selvatici. Coppie di amici o di fidanzati troveranno un patrimonio culturale e artistico da scoprire, in totale relax e lontani dal solito trambusto caotico delle metropoli. Alcune date importanti sono: il 21 marzo per la festa di San Benedetto, il 17 gennaio per la benedizione degli animali ed il 9 dicembre per la Festa dei fauni.

La Chiesa di San Benedetto e la sua Casa Natale

3694117434_94dcef997e_b
La Chiesa di San Benedetto

Il Santo Patrono di Norcia è San Benedetto a cui è dedicata la Chiesa nella piazza Centrale sul lato destro del palazzo comunale. L’edificio sorge proprio sopra la casa natale del Santo. Sarete colpiti dal bellissimo rosone, ma all’interno troverete elementi romanici, gotici e barocchi che si mescolano tra loro. Vi consigliamo di partecipare alla Compieta, ovvero l’ultima preghiera della sera.

La Castellina e il Prefetto della Montagna

Nel 1569 venne istituita la prefettura della montagna, la cui sede viene chiamata La Castellina, oggi polo museale dalla bellezza incredibile. Si tratta di un palazzo fortificato, costituito da due piani, restaurato più volte dalla prima realizzazione effettuata nel 1554 su progetto di Jacopo Barozzi da Vignola per volontà di papa Giulio III. Per prenotare visite guidate e acquistare i biglietti potete dare un’occhiata qui.

Castelluccio di Norcia: il borgo antico da non perdere

A 28 km da Norcia, non dovete perdervi Castelluccio, un presepe naturale a cielo aperto. Le attività da fare sono tantissime, dal trekking a piedi o su asino al volo libero e alla viste delle aquile.

Il Portico delle Misure

Sulla destra della facciata della chiesa di San Benedetto troverete il Portico delle Misure. Costruito nel 1570, fu edificato dal Comune e dalle autorità ecclesiastiche per creare una sorta di mercato coperto dei cereali. Le misure, ben nove, sono dei recipienti di pietra che servivano come unità di misura per i commercianti.

Le Norcinerie: Tartufo nero, prosciutto IGP e formaggi di pecora

norcia3
Le Norcinerie

Largo alla buona cucina: le norcinerie sono sparse in tutta la città. Lasciatevi inebriare dal profumo incredibile dei salumi, del tartufo nero, dei formaggi di pecora e del prosciutto IGP. Ad esempio, la Antica Norcineria Fratelli Ansuini in Viale della Stazione è una delle botteghe più conosciute e apprezzate della zona.

Palazzo Seneca Ristorante Vespasia

Se non sapete ancora dove soggiornare e avete voglia di non rinunciare al lusso, dovete prenotare al Palazzo Seneca Ristorante Vespasia, un palazzo nobile del 1500 nel cuore artistico di Norcia a pochi passi dalla piazza principale di San Benedetto. Il progetto Vespasia è stato creato ed è gestito da Vincenzo e Federico Bianconi, un’antica generazione di ristoratori interessati a valorizzare immense esperienze gastronomiche. Menù particolari, cene private, tutto curato dallo Chef Emanuele Mazzella.

di Valentina Varlese