Idee weekend nelle città d’arte: Orvieto

 

In cerca di un weekend culturale? La nostra penisola è ricca di borghi e città dalla ricchezza architettonico-artistica inestimabile. Orvieto, costruita su una rupe di tufo, è sicuramente tra questi, nascondendo un patrimonio unico, partendo dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta al Pozzo di San Patrizio.
A 325 metri sopra il livello del mare e circondata da dolci colline, Orvieto è in una posizione spettacolare, in provincia di Terni. Una tappa da non perdere in un viaggio alla scoperta del centro Italia, perché a visitarla tutta basta anche soltanto un weekend. Il fascino medievale della cittadina si nasconde tra i palazzi e nelle sue architetture, influenzate fortemente anche dal periodo etrusco. La città è l’ideale per trascorrere un weekend con la famiglia o con la propria dolce metà: a circa un’ora da Orvieto, infatti, potete raggiungere Assisi, Perugia, Gubbio, Montepulciano e Pienza. Non perdete questa occasione, seguendo i consigli della nostra mini-guida.

orvieto_2
La campagna umbra

1. L’imponente Duomo: il capolavoro dell’arte gotica italiana

Costruito tra il 1300 e il 1500, il Duomo di Orvieto è uno spettacolo a cielo aperto, prima ancora di solcarne la porta, con i bassorilievi fatti delle Storie del Vecchio e Nuovo Testamento. Al suo interno è possibile visitare la Cappella di San Brizio, dove ammirare la magnificenza degli affreschi che raffigurano il Giudizio Universale, a cui lavorarono il Beato Angelico, Benozzo Bozzoli e Luca Signorelli. Ma la visita al Duomo passa necessariamente per la Cappella del Sacro Corporale, che nel 1263 si macchiò di sangue, quando un prete boemo, celebrando una Messa senza fede, spezzò l’ostia consacrata (il più conosciuto Miracolo di Bolsena).

2. La città sotterranea: il labirinto fatto di grotte e cunicoli

Orvieto Underground: questa la visita turistica alla parte sotterranea di Orvieto. Per trovare i biglietti è possibile rivolgersi all’Ufficio Informazioni Turistiche situato al numero civico 23 di Piazza Duomo.

3. Un aperitivo in Piazza del Popolo per un pomeriggio brioso

Proprio qui in Piazza del Popolo troverete pub, bar e caffetterie, wine-bar dove poter assaggiare un ottimo aperitivo, tra un monumento e l’altro. Un suggerimento? Palace Cafè accanto al Palazzo del Capitano del popolo, ma se volete passeggiare un po’ arrivate fino al Bar Hescanas con tavoli in esterno direttamente fronte Duomo.

orvieto_copertina_2
Orvieto

4. Torre del Moro: 250 gradini per la vista della città

Chiamata anche “Torre del Papa”, fu ceduta al Comune da Leone X ed è l’elemento architettonico che sovrasta l’intera città. Da visitare è il grande orologio con le sue due campane civiche, preparatevi ad una salita di 47 metri.

5. Umbrichelli e Pera di Monteleone: Orvieto a tavola

Una ricetta tradizionale umbra? Gli umbrichelli con tartufo nero o all’arrabbiata, una pasta lunga fatta di acqua e farina, lavorata rigorosamente a mano. Orvieto a tavola è un vero splendore: da non perdere è anche la famosa pera di Monteleone, che viene servita insieme alle castagne per la preparazione di una zuppa dolce.

6. La Badia di Orvieto: dormire in un’abbazia benedettina del 1100

A soli 10 minuti dal centro di Orvieto, troverete la Badia, una struttura lussuosa composta da 22 camere e 5 suite nella meravigliosa campagna umbra. Un luogo di pace, relax e raccoglimento, dove un tempo i monaci benedettini pregavano in ritiro.

di Valentina Varlese