Il Cavalier king: un cane tutto da coccolare

 

Il Cavalier king (Cavalier King Charles Spaniel) si distingue subito per lo sguardo dolce e affettuoso. Grazie alla  sua taglia piccola, è un cane perfetto per essere portato ovunque. Il suo riconoscimento risale al 1928, nonostante i suoi lontani progenitori fossero già presenti all’epoca del regno di Elisabetta I, nel 1500.  Scopriamo tutte le sue caratteristiche e come dovremmo prendercene cura.

Caratteristiche del Cavalier king

Il pelo è di media lunghezza è può essere di quattro colori: rubino, nero con focature rosse, blenheim (sfondo bianco e macchie castane) o tricolore. Il suo peso varia  tra i 5 e mezzo e gli 8 kg – per cui in aereo può viaggiare tranquillamente insieme a voi.

Questo amico peloso è molto propenso a farsi coccolare. Il Cavalier king adora il contatto fisico e la vicinanza del suo padrone. Il suo carattere è allegro, intraprendente, ama giocare e muoversi. e’ inoltre un cane molto socievole e abituato a stare in una famiglia, anche in presenza di altri animali – è infatti tra le razze di cani utilizzate per la pet therapy.

Cavalier king
Cavalier king

Le cure di cui ha bisogno

Il Cavalier king  richiede diverse cure, a causa del pelo lungo. Bisogna spazzolarlo quotidianamente ed è necessario anche accorciare il pelo a livello di zampe e orecchie in modo da facilitare la pulizia.

Il cucciolo può essere preso solo dopo che sono trascorsi 60 giorni, dopodichè è possibile richiedere il libretto sanitario non solo del cane, ma anche dei suoi genitori – in funzione delle patologie a cui sono esposti ( problematiche cardiache, malattie a danno della vista e obesità).

Accertatevi inoltre che il vostro cucciolo sia stato registrato all’anagrafe canina ed abbia tutte le vaccinazioni e i controlli in regola.

di Marianna Feo