Il terremoto è la punizione divina per le unioni civili e coppie gay, Radio Maria scatena una bufera

 

Radio Maria ha scatenato una vera e propria bufera con questa dichiarazione. Uno speaker durante la trasmissione avrebbe dichiarato che il terremoto che sta devastando l’Italia Centrale è colpa delle unioni civili e delle coppie gay. Se ascoltate il video, non cita proprio queste parole, ma ci gira intorno: “Questi disastri sono conseguenza del peccato originale, si possono considerare come un castigo divino. Si ha l’impressione che le offese che si recano alla legge divina, pensate alla dignità della famiglia, del matrimonio, alla stessa dignità dell’unione sessuale… viene da pensare che siamo proprio… chiamiamolo castigo divino, ma inteso come un richiamo per ritrovare i principi della legge naturale”.

Una strada devastata dal terremoto
Una strada devastata dal terremoto

Quindi secondo questo speaker di Radio Maria, il terremoto è tutta colpa delle unioni civili e delle coppie gay. Queste affermazioni hanno fatto ben presto il giro della rete, scatenando polemiche a non finire.

C’è chi accusa Radio Maria di poca sensibilità nei confronti di chi sta vivendo una tragedia, chi ricorda come Padre Fanzanaga di Radio Maria a febbraio auspicò la morte per la senatrice Monica Cirinnà, chi fa argutamente notare come il terremoto abbia fatto crollare anche parecchie chiese e edifici religiosi: come la mettiamo in questo caso?

Successivamente Radio Maria ha preso le distanze da questo speaker, sostenendo che fosse un conduttore esterno che nulla ha a che fare con il pensiero dell’emittente. Però ormai il danno è fatto.

di Laura Seri