In amore e in amicizia siamo sempre meno digitali

Chi cerca l’amore o chi semplicemente è alla ricerca di nuove amicizie ha smesso di farlo prevalentemente online, ritornando ai rapporti reali, da preferire a quelli virtuali. Se la nostra vita è vissuta in gran parte online, sui social network o sfruttando le tante comodità della rete (come ad esempio per prenotare un viaggio), ecco che per quello che riguarda le relazioni personali stiamo assistendo a un’inversione di rotta davvero molto importante. Come dimostrato da un recente sondaggio.

Secondo gli analisti di SpeedDate.it, se da un lato il nostro mondo sarà sempre più digitale, ecco che il modo di relazionarsi, invece, tornerà ad essere quello tradizionale. Sarà proprio l’eccessiva diffusione del digitale a farci fuggire dal mondo irreale, al mondo reale.

In questi ultimi tempi, moltissime persone in cerca di un partner hanno chiesto aiuto ai social network o ad applicazioni appositamente pensate per permettere alla gente di incontrarsi. Ma nella maggior parte dei casi i risultati sono stati disastrosi. Anche per queste esperienze, la gente ha cominciato a capire che forse la realtà è meglio del virtuale.

Roberto Sberna, direttore generale di SpeedDate.it, spiega: “Sulle chat e sulle app, utilizzate oggi dal 68% dei single che cercano in questo modo di trovare la loro anima gemella, il numero di donne è 10 volte maggiore rispetto a quello degli uomini. Così per arrivare a 20 incontri bisogna invece attendere più o meno un anno“.

Ecco perché sarebbe bene tornare alla tradizione, ovviamente non sottovalutando le potenzialità del digitale. Appuntamenti, contatti con persone che però è sempre bene vedere “dal vivo”.

E voi, cosa preferite nella ricerca dell’amore: virtuale o reale?

di Redazione

  • In questo articolo:
  • Amore