In Italia arriva Starbucks

 

Tremate, perché Starbucks sta arrivando. Se da quando siete stati negli States non dormite la notte perché in Italia non c’è un locale di questa catena di caffetterie presente in tutto il mondo e se non trovate pace perché non potete passeggiare per strada con in mano un bel Frappuccino, come fanno nei film ambientati a New York, sappiate che le vostre pene sono finite. O meglio, sono quasi finite… Entro il 2016 dovrebbe arrivare a Milano il primo Starbucks italiano: non siete contenti?

starbucks1
Le famose tazze Starbucks

Lo sapevate che da circa 20 anni Howard Schultz, fondatore della catena di caffetterie più famosa al mondo, cerca di aprire un locale in Italia? Certo, non è facile portare il caffè lungo e gli altri intrugli a stelle e strisce nella patria del caffè, con prezzi più alti di una tazzina di buonissimo caffè ristretto. Eppure forse ce l’ha fatta.

starbucks3
Starbucks offre tantissimi tipi di caffè

Da un anno Schultz è in trattativa con Antonio Percassi, 62enne di Clusone, patron di diversi centri commerciali nel bergamasco. L’imprenditore che ha permesso a Victorias’s Secret di aprire in Italia, potrebbe fare lo stesso con le storiche caffetterie americane, che servono caffè in bicchieri di carta che si può sorseggiare mentre si cammina per strada.

starbucks2
Classico esempio di caffetteria Starbucks

L’accordo dovrebbe arrivare entro Natale: un bel regalo, anche se per gustarlo dovremo aspettare il 2016!

di Redazione