Instagram: una vera e propria guida di viaggio

 

Di acqua sotto ai ponti dal lontano 2010, quando Instagram è stato lanciato per la prima volta, ne è passata davvero tanta.
Oggi Instagram è diventato uno dei social network più amati in assoluto, ma i suoi ideatori non si sono accontentati e con l’ultima versione, la 7.0.1, hanno cercato di raggiungere obiettivi ancora più sorprendenti.
Per chi non lo usa, Instagram è un’app gratuita che consente agli utenti iscritti di scattare e condividere immagini di vita quotidiana con chi li segue.

Prima di caricare la foto si inseriscono dei tag pertinenti di svariata natura: dal nome di una città a qualsiasi termine, anche inventato.

instagram-guida-di-viaggio
Instagram come guida da viaggio

Attraverso la funzione “esplora” si possono ricercare con facilità luoghi, tags e persone di tendenza, un po’ sulla falsa riga di Twitter.

E’ facile comprendere come Instagram con più di 70 milioni di foto e oltre 300 milioni di persone iscritte è diventato un grande archivio da consultare, per esempio, proprio prima di partire per una vacanza: una vera e propria guida di viaggio che diversamente siamo soliti acquistare nella nostra libreria preferita.

Prima di intraprendere il nostro viaggio reale, possiamo tranquillamente usufruire della funzione Esplora e diventare protagonisti di un vero e proprio viaggio virtuale attraverso innumerevoli fotografie che, ben diverse da quelle patinate e perfette di un’agenzia di viaggio, ci permettono velocemente di conoscere le nostre mete nei loro aspetti più veri e autentici fatti di persone, angoli di vie, ristoranti e tante piccole particolarità che differenziano un luogo da un altro.

Ecco alcuni consigli per sfruttare Instagram come comoda guida di viaggio sempre a portata di cell!

instagram-guida-di-viaggio
Instagram

1) Digitare Tag pertinenti per scoprire con facilità i segreti delle nostre mete di viaggio:

Partendo dalla funzione Esplora si devono digitare tag semplicissime e dirette.
Se dobbiamo visitare Londra occorrerà digitare banalmente #londra e subito ci compariranno infinite foto più o meno pertinenti.
Con un pizzico di pazienza tra queste si potranno trovare delle “istantanee” davvero utili e significative relative ai luoghi che visiteremo.

Spesso, infatti, non solo la gente comune ama fotografare musei, monumenti e luoghi di importanza storica, culturale o artistica, ma ormai le stesse guide turistiche attraverso Instagram condividono le loro informazioni di viaggio  di carattere professionale.

2) Utilizzare sapientemente i Geotag:

Scremando tutte le foto in cerca di quelle più utili per noi, se osserviamo con cura spesso si può notare sopra alle foto stesse una scritta in blu che ci informa che quella foto è stata geolocalizzata. Cliccando sul link si troveranno altre foto scattate nello stesso punto e condivise dagli utenti con il medesimo  geotag.

Se il luogo è poi particolarmente famoso e frequentato, sarà possibile avere una visuale a 360, °tipo quella che fornisce la funzione streetview di Google.

instagram-guida-di-viaggio
Instagram come guida da viaggio

3) Seguire i profili delle istituzioni come gli enti di promozione turistica

Ormai è quasi consuetudine che sia gli enti di promozione turistica che le strutture pubbliche e private che si occupano di turismo direttamente e non abbiano  un profilo Instagram ufficiale: la consultazione di questi account si rivela spesso molto utile.

Sono tutti profili paragonabili a veri e propri album di fotografie del territorio, mostrate attraverso la ricondivisione delle foto degli utenti con l’aggiunta, in qualche caso, di brevi racconti inseriti nei commenti.

4) Seguire i profili tematici

Ci sono dei profili tematici interessantissimi e molto utili se si deve viaggiare e si sta cercando qualcosa in particolare.

Un esempio assolutamente meritevole di essere citato è @italiaintavola, che comodamente ci fa scoprire quali sono i piatti della tradizione di ogni regione d’Italia, specificandone anche ingredienti e ricette.

5) Seguire almeno alcuni degli Instagramers più popolari

Alcuni utenti di Instagram con le loro foto di viaggio sono diventati quasi dei “must have“nella lista dei profili che abbiamo deciso di seguire.

Alcuni esempio tra i più popolari: Ilaria Bardotti @ilarysgrill; Carlo A. Giardina @willowwoncka; eDreams, @edreams_en; Ana Sampaio Barros, @anasbarros e Christine Neder, @lilies_diary giusto per citarne alcuni a caso.

instagram-guida-di-viaggio
Viaggiare con Instagram

6) Seguire le community locali

Stiamo parlando delle community di Instagramers: grazie agli appassionati di questa applicazione, si sono creati gruppi locali in moltissime città del mondo.

In Italia al momento sono attive 60 community, tutte gestite da volontari e associati Igersitalia.

Molte di loro condividono giornalmente foto di qualità che descrivono in modo completo una città o una regione. A ogni profilo di community corrisponde poi un hashtag.

Se si è veramente pignoli e si vuole andare sul sicuro consultando soprattutto le community ufficiali del territorio, occorre soffermarsi sul logo che deve avere lo sfondo colorato di nero e si deve verificare se hanno aderito all’Associazione Nazionale IgersItalia.

instagram-guida-di-viaggio
Instagram come guida da viaggio

7) Ancora una possibilità interessante…

Se non siamo abbastanza soddisfatti, possiamo ancora fare due tipi di ricerca:

La prima è digitare #travelblog o anche #travelblogger, perché ormai sono tanti gli appassionati di viaggio che hanno un blog personale e che regalano moltissime info utili e foto stupende.

La seconda è  cercare il profilo della nostra guida preferita: Rough Guides, Lonely Planet, Time Out,Touring Club e molte riviste di viaggio hanno ormai profili sempre aggiornati e ricchi di bellissime immagini.

Allora… vi siete documentati abbastanza? Siete già pronti a partire?

di Cristina Saglietti