La pirateria non è un reato. Almeno secondo gli italiani

 

La pirateria in rete, che riguarda il download di software, video e musica dal web, è legale. Almeno per il 60% degli italiani, che crede che tutto questo sia normale, al massimo un peccato veniale. Il 22%, invece, ammette di ignorare che sia illegale, contro un misero 14% che, invece, condanna questa pratica, sottolineando che si tratta di un reato da perseguire.

E’ quello che emerge dai dati raccolti da Lorien Consulting nell’ambito dell’Osservatorio Politico Nazionale per quello che riguarda l’atteggiamento degli italiani in merito al rispetto della proprietà intellettuale: il sondaggio è stato condotto su un campione rappresentativo di 1000 persone.

Il 31% degli intervistati ha ammesso di aver scaricato qualcosa, mentre il 9% non lo ammette, ma non lo nega. Il 58% spiega che scaricare film, canzoni o programmi da internet è comodo e facile, mentre per il 23% il motivo va cercato negli alti costi dei prodotti originali. Il 4% lo fa perché i rischi sono bassi ed è difficile essere scoperti.

La pirateria è illegale
La pirateria è illegale

Peccato che scaricare film, canzoni o software protetti da copyright sia proprio illegale e perseguibile per legge, non dimentichiamolo!

di Redazione