L’arte (shock) di Palombo denuncia la violenza sulle donne.

 

L’arte è una forma di linguaggio e come tale può urlare al mondo il suo ribrezzo ed il suo sconforto per una determinata situazione. Sicuramente Alexsandro Palombo, artista salentino…milanese d’adozione, è più che convinto che con la sua di arte possa comunicare al mondo più di semplice bellezza e bravura. Con una nuova serie di immagini piuttosto forti l’artista decide di denunciare gli abusi sulle donne dei quali si sente parlare sempre più di frequente.

Proprio in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre Palombo apre il progetto #BreakTheSilence nel quale i volti di alcune conosciutissime star vengono trasformati, o meglio sfigurati, dai segni della violenza.

La serie di immagini è stata intitolata “La vita può essere una favola” ed è rivolta alle donne che subiscono violenza perché rompano finalmente il silenzio e denuncino i loro aggressori prima di arrivare all’immancabile e tragica fine.

#BreakTheSilence
Il volto di Emma Watson per #BreakTheSilence
#BreakTheSilence
Madonna sfigurata per #BreakTheSilence
#BreakTheSilence
Kristen Stewart dalla favola all’orrore
#BreakTheSilence
Il volto di Miley Cyrus per #BreakTheSilence
#BreakTheSilence
Gwyneth Paltrow

6 milioni 788 mila è il numero di donne che secondo l’Istat l’anno scorso hanno subito violenza sia essa fisica o sessuale.
Questa cifra equivale al 31,5% di donne tra i 16 e i 70 anni… ben una donna su 3.

di Agnese.C