Le 5 cose (più 1) da non dire a chi viene lasciata dal fidanzato

 

Quando un’amica rompe col proprio ragazzo, non è sempre facile consolarla. Se si è amiche amiche, allora dovrebbe venir facile tirare fuori le parole giuste per consolarla. Ma a volte non è così e cadiamo nell’errore non tanto di dire banalità, quanto di dire cose che non andrebbero detto. Va bene disegnare teschietti intorno al nome dell’ex della nostra amica, va bene organizzare un piccolo rito voodoo, ma evitate di dire queste cinque cose (più una):

1) chiusa una porta, si apre un portone: davvero non trovate niente di meglio di un banale luogo comune per cercare di consolare la vostra amica? E’ anche possibile che chiusa un porta, non si apra il portone e si rimanga bloccati in mezzo a due porte chiuse

Amiche per la pelle
Amiche per la pelle

2) di sicuro là fuori c’è qualcuno meglio di lui: altro luogo comune da evitare, la vostra amica sta male adesso, pensare a chi forse l’aspetta là fuori non è certo di aiuto. Anche perché magari la tua anima gemella al momento vive in Antartide per studiare i pinguini

3) te lo avevo detto che…: concludere la frase a piacimento con “Non eravate fatti per stare insieme”, “Non mi piaceva come stavate insieme”… Far pesare alla vostra amica la vostra presunta superiorità non la aiuta a stare meglio, anzi, affossa ancora di più la sua autostima

4) non lo sopportavo: dovevi dirglielo prima, non adesso. Ora sa tanto di opportunista e di falsità

5) non piacevi ai suoi amici: di nuovo, ma volete affondare il dito nella piaga o consolare la vostra amica? Che fine fa la sua autostima? Una cosa del genere potete dirgliela una volta passata la fase acuta della rottura

5 + 1) ci ha provato con me: ci fate una pessima figura. Da una parte perché avete omesso in passato un dettagliuccio come questo, quindi non vi siete comportati con sincerità con la vostra amica. Dall’altra perché sembra che vogliate spostare l’attenzione su di voi, mentre al centro della questione dovrebbe esserci la vostra amica

di Laura Seri