Le app che non funzionano con iOS 11

Il 19 settembre scorso è stato rilasciato sui dispositivi Apple il nuovo sistema operativo mobile, l’iOS 11, che presenta tante belle novità: è stato ideato per poter funzionare al meglio sui nuovi gioiellini della casa della mela mordicchiata, i nuovissimi iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X, già presentati, ma che dovrebbero arrivare nei negozi tra fine settembre e inizio novembre. Attenzione, però, quando farete l’aggiornamento potrete accorgervi che alcune applicazioni già scaricate non sono compatibili con il nuovo sistema operativo!

Quali sono le applicazioni a rischio? Con il nuovo aggiornamento verranno bloccate tutte quelle app che non sono state programmate nativamente con codice a 64 bit: quattro anni fa, si è passati dai 32 ai 64 bit, quindi quasi tutte le applicazioni nuove dovrebbero già operare in questo modo, limitando i danni.

Molti sviluppatori, dopo l’avvento dell’iPhone 5S, che ha di fatto mandato in pensione l’architettura a 32 bit, hanno abbandonato i vecchi sistemi, approdando al 64 bit e di fatto rendendo più moderne anche le applicazioni, che dovrebbero funzionare bene. Ciò non vuol dire che ci siano ancora utenti che usano le vecchie app, sostituite da quelle nuove, ma che magari non sono ancora state scaricate.

Questo significa che, aggiornando il proprio melafonino passando all’iOS 11, se l’utente ha alcune app un po’ antiquate dal punto di vista della loro costruzione, queste potrebbero non funzionare più: ci sono diversi giochi, per grandi e piccini, videogame, ma anche libri per bambini e persino app bancarie. Semplicemente con il nuovo aggiornamento non funzionaeranno più.

Per fortuna capire quali siano le app non più compatibili sarà semplicissimo: c’è uno strumento già incluso nell’iOS 10.3, un servizio decisamente essenziale a chi in questi giorni scaricare l’iOS 11. Andate in Impostazioni, cliccate su Generali e poi su Info. Arrivate alle Applicazioni: in quell’elenco sono presenti tutti i programmi che possono rallentare l’iPhone.

Cliccando sopra, possiamo capire se sono installate app a 32 bit.

di Redazione