Le videocamere dell’iPhone ci possono spiare?

In questi giorni non si fa altro che parlare di iPhone, anche perché sono partiti gli ordini per gli iPhone X, l’ultimo gioiellino della casa Apple (ovviamente sta andando a ruba, nonostante i prezzi non proprio democratici e alla portata di tutte le tasche!). In questi giorni, però, c’è un altro motivo per cui si parla di iPhone: è vero che le videocamere del melafonino possono essere pericolose per la nostra privacy? E’ vero che ci possono spiare? A darci una risposta è Felix Krause, un giovane ingegnere di Google.

Felix Krause ha creato un’applicazione demo che si chiama Watch User, con la quale dimostra che qualsiasi applicazione pensate per iOS, alla quale noi abbiamo dato l’autorizzazione per accedere alle due fotocamere del melafonino, potrebbero riprenderci a nostra insaputa. Avete capito bene, potrebbero assolutamente spiarci dal nostro stesso telefonino.

Il giovane ragazzo, dopo aver dato l’autorizzazione alla sua applicazione per poter accedere tranquillamente alla videocamera, ha scoperto che in realtà la stessa app sarebbe in grado di prendere il controllo della fotocamera sempre in qualunque momento, sia quella frontale, sia quella posteriore. Così come può farlo la sua, possono farlo anche le altre, no?

Questo potrebbe accadere per ogni applicazione che abbiamo scaricato sul nostro cellulare e alla quale abbiamo dato l’ok per poter accedere alla nostra fotocamera. A quel punto potrebbero spiarci a nostra insaputa, magari senza che noi proprio ce ne accorgiamo.

L’ingegnere, oltre ad aver scoperto questa piccola falla nella sicurezza dei nostri melafonini, ci dà anche utili consigli per proteggere la nostra privacy: coprite il sensore oppure non fornite a nessuna applicazione autorizzazioni per accedere alla fotocamera.

Attenzione, la colpa non è di Apple, ma delle applicazioni per iOS, anche se la casa fondata da Steve Jobs dovrebbe vigilare un po’ meglio!

di Redazione