LOL è passato di moda. Per ridere si usa l’ahahah

 

Niente più Lol, adesso per ridere si ricorre all’«hahaha» o alle emoticon.
A sentenziarlo i ricercatori di Facebook.
Era il 2011 quando l’Oxford English Dictionary includeva il Lol all’interno delle sue preziose pagine ma in realtà la sigla era usata già da parecchio tempo.

Acronimo di «laughing out loud» o «lot of laughs», ovvero «ridere ad alta voce» o «risate a non finire», Lol fin dai primordi della Rete ha rappresentato una maniera breve e concisa per esprimere che si stava ridendo di un post, un commento o una battuta. Negli anni ha visto la sua notorietà crescere, soprattutto grazie alla diffusione dei social network.

11405158_1609351519332064_8822025_n
secondo Facebook, l’uso del Lol è ai minimi storici tanto da comparire solo nell’1,9 per cento dei messaggi postati.

Adesso proprio un social network ne sancisce l’imminente fine: secondo Facebook, l’uso del Lol è ai minimi storici tanto da comparire solo nell’1,9 per cento dei messaggi postati.
A batterlo è il sempreverde «hahaha» che conta per il 51,4 per cento dei messaggi analizzati, in seconda posizione ci sono le emojii (33,7%), faccine e segni grafici che rappresentano per immagini idee e stati d’animo, e a seguire ecco «hehe», una variazione sul tema che conta per il 12,7 per cento.

di Eliana Avolio