Matrimonio, i fiori da scegliere e quelli da evitare

 

Quando si organizza un matrimonio, fra le tante cose a cui pensare c’è di sicuro la scelta dei fiori per addobbare la chiesa, la macchina, il ristorante e per realizzare il bouquet della sposa. Il fatto è che la maggior parte delle neo sposine si concentra solo sulle rose, dimenticandosi nell’agitazione del momento che esistono altri fiori con cui è possibile abbellire il proprio matrimonio. Per esempio ci sono le peonie, così simili alle rose e dai colori tenui, ma molto interessanti sono anche i tulipani, le calle e le ortensie, in questo caso capaci di ricreare nuvole di fiori.

Decorazioni floreali per un matrimonio
Decorazioni floreali per un matrimonio

Un fiore sottovalutato è il garofano, questo perché da noi è associato ai cimiteri. Tuttavia se usato sapientemente risulta estremamente decorativo, oltre al fatto che è disponibile in parecchi colori. Molto delicati anche il mughetto e la nebbiolina, mentre se si vuole andare su colori più decisi ci sono le intramontabili orchidee e lo splendido lishiantus.

Per una sposa più casual niente di meglio di margherite e girasoli, magari abbinati anche a spighe di grano. Oppure le decorazioni molto più alternative con bacche, frutta e verdure. Questo per quanto riguarda l’aspetto esteriore, ma se andiamo a vedere il significato dei fiori?

In questo caso, almeno in teoria, bisognerebbe evitare orchidee, margherite e giacinti in quanto rimandano al tema della castità, non appropriato per un matrimonio. Anche per quanto riguarda le rose, vanno bene tutte, tranne quelle gialle. L’acacia e la fresia rimandano, invece, ad un amore più platonico, il caprifoglio a legami più affettuosi.

Foto: Wikimedia

di Laura Seri