Messico, dalle acque di un fiume emerge una chiesa di 400 anni fa

 

C’è chi si aspetta di vedere uscire dalle acque di un lago un mostro marino e chi vede comparire una chiesa. O meglio, i resti di un’antichissima chiesa risalente con tutta probabilità al sedicesimo secolo. Oggi vi portiamo in Messico, nella città di Nueva Quechula, sulle rive del fiume Grijalva: in mezzo a questo corso d’acqua c’è un’antica costruzione che è diventata un’attrattiva unica per i turisti. E quando ricapita di vedere una chiesa in mezzo a un fiume?

Il Templo di Quechula

Per i pescatori del posto una vera e propria manna dal cielo: la zona era stata colpita da una fortissima siccità, che ha fatto abbassare il livello del fiume facendo emergere questa chiesa, conosciuta anche come Templo di Quechula. Chiesa che era già stata avvistata nel 2002, quando il fiume si era abbassato, ricoprendo poi la struttura.

 

I pescatori del luogo si sono inventati guide turistiche per poter accompagnare i visitatori alla scoperta di questa chiesa costruita nel 1564 da un gruppo di monaci del vicino convento di Tecpatàn.

chiesa2
L’antica chiesa sul fiume Grijalva

Alla fine del 18esimo secolo l’edificio venne lasciato, a causa di un’epidemia di peste che colpì questa zona. Il fiume ha poi nascosto al mondo questo edificio, che oggi riemerge in tutto il suo antico splendore: anche se rovinato, l’edificio è molto importante per la storia messicana, anche grazie ai reperti trovati al suo interno.

chiesa3
La struttura contiene all’interno ossari e reperti preziosi!

di Redazione