Mini City Guide: Zurigo

 

Zurigo è città tutta da scoprire, tra stabilimenti balneari e capannoni ex industriali trasformati in locali.
Secondo un recentissimo studio commissionato da Bilanz, società che ha esaminato tutti i 162 comuni svizzeri, Zurigo resta la città elvetica con la migliore qualità della vita.
Detto questo, non ci resta quindi che scoprirla insieme in questa mini guida che è perfetta per un breve weekend.

Eat

Amanti dello street food (e chi non lo è?) segnatevi sull’agenda queste date: 29, 30 e 31 maggio 2015.
Poi armatevi di appetito e godetevi la terza edizione dello Street Food Festival, mecca del cibo di strada e dei food truck. Tra le bancarelle e i furgoncini carichi di profumi tentatori è difficile scegliere le specialità da tutto il mondo, tra innumerevoli tipi di hamburger, sandwich appetitosi, crepes, dumplings, tacos, patatine, dolcetti e chi più ne ha, più ne… mangi! E se per caso vi perdete l’edizione di maggio, a settembre è in programma una quarta edizione.

SFF_Frühling_15
La locandina della terza edizione dello Street Food Festival

Drink

Berti una birra nel locale che fu culla del dadaismo tra fotografie, poster e ritagli testimonianza della cultura Dada.
A Zurigo si può! Al Cabaret Voltaire, locale dove, nel febbraio del 1916, venne fondato il movimento dadaista c’è il bar, il cabaret con un fitto programma di eventi ed esibizioni e un piccolo negozio di gadget a tema Dada. Una radler qui è d’obbligo.

Dada poster
Il Cabaret Voltaire è stata la culla del movimento Dada

Sleep

Non tutte le catene di hotel vengono per nuocere e quella dei 25hours Hotels ha indubbiamente un suo perché. Sette hotel in cinque città, tutti all’insegna del colore e del design, con un’allure cosmopolita. A Zurigo il 25hours Hotel Zurich West si trova, come dice il nome, a Zurich West, quartiere ex industriale e ora di tendenza con i suoi locali, i negozi di design, le gallerie, gli atelier. Moderno e un po’ futuristico.

25h_Zuerichwest_Haeberlisuite1_Gross
Una delle coloratissime stanze del 25hours Hotel Zurich West

Se invece preferite atmosfere più raccolte, nel centro città c’è Kafischnapspiccolo b&b con annessa una graziosa caffetteria. Nel bar-caffetteria servono colazioni, pranzi, aperitivi e ovviamente distillati, visto il nome. Le cinque stanze di questa locanda costano poco (per i prezzi di Zurigo) e portano il nome dei frutti con i quali si aromatizzano i distillati: pere Williams, prugne, ciliegie… L’arredo è curato da designer locali.

esterno kafischnaps
Esterno della caffetteria-b&b Kafischnaps

Shop

Dici shopping a Zurigo e subito pensi a Freitag, alle loro borse che qui vedi indossare da tutti, dallo studente fino alla manager con tailleur e tacchi.
Le famose borse nascono da un’idea di due fratelli zurighesi i quali, alla ricerca di una borsa da portare in bicicletta anche sotto la pioggia, hanno pensato un bel giorno di realizzarla utilizzando vecchi teloni del camion. E se bella è l’idea delle borse che riciclano i teloni, altrettanto lo è quella del negozio che ricicla i container.
Il negozio Freitag a Zurigo è una torre composta da vecchi container navali mesi uno sopra l’altro e che si stagliano per 25 metri nel  quartiere post industriale di Zurich West.

F-Shop-ZH-Night-02_CMYK
L’iconico negozio monomarca Freitag a Zurich West. Photo Credit: Roland Tännler

Tips

Zurigo città balneare e chi l’avrebbe mai detto? Sulle sponde del lago e lungo il fiume Limmat la città offre una quarantina di stabilimenti balneari (i “badi”), per prendere il sole, fare un tuffo, rilassarsi.
Di sera poi alcuni bagni diventano bar, i cosiddetti “Badi-Bars”, per un bicchiere, una festa, un film, uno spettacolo, ma anche un massaggio.
Alcuni nomi? Il Seebad Enge, stabilimento galleggiante sul lago che d’inverno offre una sauna o il Frauenbadi, sul fiume, riservato di giorno solo alle donne e che di sera diventa Barfussbar, il ‘Bar a piedi nudi’, uno dei più bei locali open air della città.

seebad enge 3
Lo stabilimento Seebad Enge, sul lago

di Mirella Marchese