Oggi è San Biagio e dobbiamo mangiare una fetta di panettone

Oggi è San Biagio, una ricorrenza religiosa celebrata dalla Chiesa Cattolica che il 3 febbraio ricorda questo santo. Se non siamo religiosi, però, possiamo comunque celebrare questa giornata con un rito prettamente culinario e gastronomico. Se i credenti si recano in chiesa per poter ricevere la benedizione della gola, che viene impartita proprio nel giorno dedicato a San Biagio, ecco che tutti gli altri potranno eseguire un rito propiziatorio in maniera un po’ differente… Lo sapete, vero, che oggi dovete mangiare una fetta di panettone?

Una fetta di panettone ci sta ancora?

Da Milano arriva la tradizione del panettone di San Biagio, nata da una vecchia leggenda popolare. Si narra, infatti, che poco prima di Natale una donna andò da Frate Desiderio per far benedire il panettone che aveva preparato per la famiglia. Il frate non aveva tempo, così le disse di lasciare il dolce e di passare a ritirarlo dopo qualche giorno, perché lui lo avrebbe benedetto.

Il frate se ne dimenticò e lo ritrovò dopo Natale: pensò che la donna se ne fosse dimenticata, ormai era secco e decise di mangiarlo per non sprecarlo. Lo finì tutto. Il 3 febbraio la donna andò dal frate per prendere il suo panettone benedetto: con gran stupore dell’uomo, scoprì che la carta era rimasta in canonica ed era di nuovo gonfia, con un panettone dentro che era più grosso di quello che aveva lasciato la donna. San Biagio aveva fatto il miracolo.

Ecco perché si mangia un pezzo di panettone il giorno di San Biagio… E se vi avanza, beh, potete sempre riciclarlo!

di Redazione