Paese che vai, regole della strada che trovi

 

Che bello partire per una vacanza on the road in giro per l’Europa, ma attenzione, perché paese che vai, norme della strada che trovi. Se in Italia conosciamo bene (o meglio, dovremmo conoscere bene) il Codice della Strada, sappiate che non è detto che in ogni paese del mondo le regole siano le stesse. Per questo prima di partire bisognerebbe conoscere bene le norme di ogni paese che attraverseremo e poi ricordarci tutto: una bella faticaccia in vista delle ferie!

Young family on day out in country
Viaggi in auto sicuri!

Lo sapevate che, ad esempio, che in Francia non è possibile usare l’auricolare per telefonare in auto, ma solo il vivavoce? Mentre in Svezia non esistono norme che “regolano” l’uso del telefono cellulare mentre si è al volante? E lo sapevate che, mentre in Italia, Francia e Austria si può andare ai 130 in autostrada, in Spagna e Portogallo il limite massimo scende a 120.

Due piccoli esempi, che ci spiegano però alla perfezione quanto sia utile conoscere le norme stradali del paese che si sta attraversando in auto e quanto sia importante tenerle a mente e metterle in pratica se non vogliamo rovinare la nostra vacanza e quella di chi viaggia con noi. Se dovete attraversare più stati e non avete tempo di informarvi su tutto, ecco l’app che fa per voi.

GoingAbroad è l’app per iOS e Android che ci dà tutte le indicazioni sulle norme vigenti in ogni paese europeo: è scaricabile anche dal sito dell’Unione Europea e si possono comparare le nostre regole con quelle dei paesi del Vecchio Continente, come limiti di velocità, cinture di sicurezza, tassi alcolemici, indicazioni sui semafori, sulle corsie preferenziali, sull’uso dei proiettori… E ci sono anche dei quiz per vedere quanto abbiamo imparato.

E ricordatevi, per guidare in Europa basta la nostra patente, ma deve essere accompagnata o dalla carta di identità o dal passaporto. E per chi viaggia in moto, sappiate che ci sono paesi che oltre alla B richiedono anche la patente A!

di Redazione