Parchi naturali e riserve in Italia: scopri la magia della natura in inverno

In questi giorni di festa, se desideriamo, tra una cena e l’altra, trovare un po’ di tempo per noi, per rilassarci e staccare dalla routine di tutti i giorni, niente di meglio che una passeggiata all’aria aperta, in uno dei tanti parchi e boschi che abbiamo nel nostro territorio.

Solitamente si pensa all’inverno come alla stagione per sciare in alta montagna, ma ci sono molte altre attività da fare anche in famiglia, nelle meravigliose aree verdi attrezzate.

sun-1031037_1280
La magia del bosco in inverno

Parco Nazionale d’Abruzzo, Abruzzo

Nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo è possibile fare numerose escursioni, per ammirare una natura incontaminata e ancora selvaggia. La neve rende tutto più magico, distese luminose in cui si possono scorgere chiaramente i segni della fauna locale: camosci, volpi e addirittura lupi!

yellowstone-1711479_1280
La fauna del parco

Tante le attività organizzate, basta andare sul sito del parco  per consultare l’elenco completo e scegliere tra la “Ciaspolata”,  passeggiata mattutina con le racchette da neve, ideale anche per i bambini, o una suggestiva fiaccolata notturna sulla neve o ancora una bellissima passeggiata nella Riserva Integrale della Camosciara, costeggiando torrenti, cascate e attraversando il bosco di faggio, con un suggestivo anfiteatro naturale.

snowshoe-walk-1251418_1280
Una ciaspolata sulla neve

Anche per i bimbi, tante le iniziative, come le avventure tra i boschi seguendo le tracce degli animali, in compagnia di una guida esperta!

I più avventurosi non potranno perdere l’occasione di seguire gli spostamenti dei lupi nei loro percorsi abituali all’interno del Parco: il programma comprende due giorni e una notte passati nella vasta area riservata ai lupi, per seguirne le tracce e cercare di avvistarli. Non mancherete di avvistare anche i cervi che vivono lì allo stato brado e tanti altri animali.

gray-wolf-981634_1280
Sulle tracce dei lupi

Parco Nazionale della Sila, Calabria

Ci spostiamo a sud per un emozionante incontro con i pochi esemplari rimasti di alberi pluricentenari di pino laricio calabrese. Questi imponenti alberi svettano tra i monti della Sila, sullo sfondo innevato di una natura ancora molto selvaggia. Un’ambientazione molto suggestiva e unica in tutto il panorama appenninico. La pineta risale addirittura al 1600 e conta circa una sessantina di esemplari, alcuni alti più di 40m! In inverno è possibile accedere alla Riserva solo su prenotazione.

27118218642_da686f8ff2_h
I Giganti della Sila

Molti gli itinerari  da seguire all’interno del Parco, sia a piedi che a cavallo, con vari livelli di difficoltà. In caso di neve si può praticare lo sci di fondo, altrimenti ci sono diversi sentieri per la mountain bike o quelli didattici da fare con i bambini.

Parco Nazionale del Gran Paradiso, Valle d’Aosta e Piemonte

Nato quasi un secolo fa, nel 1922, per volontà di Vittorio Emanuele III, è il più antico Parco italiano.

Si tratta di un luogo magico, dove la natura mostra tutta la sua bellezza e forza suggestiva. Il paesaggio è caratterizzato da montagne e grandi ghiacciai, solcati dai torrenti. Il monte più alto è proprio il Gran Paradiso, con i suoi 4061m. Nei fondovalle si estendono i boschi di larici, abeti bianchi e pecci.

cimg9600
Una veduta del Parco

Durante le escursioni, anche in inverno, si possono incontrare gli stambecchi, veri simboli del Parco, ma anche camosci, marmotte, lepri e volpi e alzando gli occhi al cielo si possono scorge le aquile.

goat-940896_1280
Una femmina di stambecco

Molte le attività da fare anche in inverno, prime tra tutte le escursioni per i numerosi sentieri, magari affiancati dalle guide ufficiali del parco.

Inoltre proprio in questi giorni ci sono molte iniziative in corso per festeggiare il nuovo anno, oltre ai 92 anni del parco che cadevano il 3 dicembre scorso.

Per chi è già da quelle parti oggi e domani può trascorrere due intere giornate in compagnia dei guardiaparco, per immergersi nella vita del Parco a stretto contatto con la natura, mentre i più piccini, fino all’8 gennaio, possono visitare il villaggio delle fate e degli elfi. Infine, a partire da febbraio, fino al prossimo autunno, sarà possibile scoprire la natura selvaggia delle vallate del parco, insieme alle guide e a due fotografi naturalistici, per unire la passione della natura a quella della fotografia.

pexels-photo-24255
Fotografare la natura

Parco Naturale Adamello Brenta, Trentino

Sotto questo nome di “emozioni d’inverno“, il Parco ha raggruppato una serie di iniziative per entrare in contatto con la natura, lontano dal rumore delle piste da sci. Con guide esperte è possibile contemplare la magia del Parco, il silenzio e la quiete della montagna in inverno.

pexels-photo-30728
Passeggiate nei boschi

I percorsi, con prenotazione obbligatoria, portano alla scoperta delle tracce degli animali, alla comprensione delle loro strategie di sopravvivenza per la stagione fredda, a scoprirne i rifugi e le tane. Si potranno avvistare le tracce di stambecchi, marmotte e addirittura orsi bruni!

 

di Maddalena Franzosi