Perché il gatto ha l’alito che puzza?

State facendo le coccole al vostro gatto, quando lui improvvisamente spalanca la bocca e vi lancia in faccia un’alitata che vi stende e vi fa diventare biondi. L’alito del nostro gatto non profuma sempre di rose, anzi, ma da cosa dipende l’alitosi del gatto? Di sicuro il fatto che il gatto non si lava i denti fa sì che si accumulino batteri, placca e tartaro e questo provoca cattivo odore. Aggiungeteci poi pure le forme di piorrea o il cibo macerato incastrato fra i denti. Ma non è tutto qui.

Dici che il mio alito puzza un po'?
Dici che il mio alito puzza un po’?

Ci sono anche malattie che possono causare alitosi nel gatto. Per esempio tutte le forme di gengivite, granuloma eosinofilico e faucite: provocano spesso ulcere con infezione da batteri che provoca cattivo odore.

Anche malattie sistemiche danno al gatto un alito cattivo: il diabete mellito causa un alito fruttato, l’insufficienza renale causa un alito che sa di pesce andato a male, mentre le parassitosi intestinali da Ascaridi causano un alito che sa di aglio.

E la cattiva digestione? In teoria visto che il cardias si chiude, difficilmente il cattivo odore che sentite può essere imputato a problemi digestivi, ma non va mai comunque escluso.

di Laura Seri