Perché in America si festeggia il giorno del Ringraziamento?

 

Buon giorno del Ringraziamento! Oggi in America si celebra il Thanksgiving Day, una festa che, stranamente, non abbiamo ereditato dagli amici a stelle e strisce, ma che in realtà potrebbe essere celebrata anche nel nostro paese per molti motivi, ad esempio per imparare a dire grazie alle persone che ci stanno accanto. Ma perché gli americani festeggiano il Giorno del Ringraziamento? E perché proprio in questa data? Ora vi sveliamo tutto quello che c’è da sapere.

Buon Thanksgiving Day!
Buon Thanksgiving Day!

La prima festa del Ringraziamento venne celebrata in Nord America nel lontano 1578: l’esploratore inglese Martin Frobisher era appena arrivato nel Nuovo Continente e decise di organizzare una cerimonia per ringraziare Dio per aver protetto lui e il suo gruppo di viaggiatori nella lunga attraversata oceanica. Alcuni, invece, sottolineano che la vera origine della festa è un’altra: nel 1621, un anno dopo l’arrivo dei Padri Fondatori a bordo del Mayflower e dopo un lungo inverno rigido, gli abitanti delle colonie decisero di festeggiare il raccolto proficuo organizzando una festa alla quale invitarono anche i nativi americani.

Tacchino e zucca erano gli ingredienti di quel primo Thanksgiving Day, insieme a piatti a base di carni bianchi, carne di cervo, ostriche, pesci, molluschi, frutta secca, noccioline e torta di cereali.

Il tacchino c'è?
Il tacchino c’è?

Gli americani istituirono la festa nel quarto giovedì di novembre quando Abramo Lincoln, presidente americano, dichiarò questa giornata festiva, nella Proclamazione di Ringraziamento del 1863. Pare che dietro a questa decisione ci sia il suggerimento di una donna, Sarah Josepha Hale, che volle fortemente un giorno come questo per unire e riappacificare il paese durante la Guerra di Secessione.

La verità

C’è una cosa però che in pochi sanno, ovvero che il Giorno del Ringraziamento si è trasformato, come riporta Wikipedia “Il 29 giugno 1676 Edward Rawson redasse una proclamazione ufficiale di Thanksgiving per conto del governatore della contea di Charlestown, in Massachusetts, che aveva deciso di indire un giorno di ringraziamento per la buona sorte di cui godeva la comunità e per celebrare la vittoria contro gli “indigeni pagani“, cioè gli stessi nativi americani che avevano accolto e condiviso il territorio con Bradford e gli altri fondatori della colonia di Plymouth.

In pratica una festa per ringraziare Dio di averli liberati da coloro che fondamentalmente gli avevano permesso di sopravvivere. Cose da pazzi!

di Redazione