Perché la Befana si chiama così?

La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, il vestito alla romana, viva viva la Befana… Questa la filastrocca che canticchiamo da quando siamo bambini ogni volta che il 6 gennaio si avvicina. Ebbene sì, dopo Natale e l’incetta di regali portati da Babbo Natale, c’è un’altra occasione per poter spacchettare qualcosa, grazie alla simpatica vecchietta che ci porta dolciumi, regali e molto altro ancora… Ma se non siamo stati buoni ci porta il carbone, attenzione! Vi siete mai chiesti perché la Befana si chiama Befana?

La Befana vien di notte...
La Befana vien di notte…

Il termine Befana è una corruzione lessicale del termine Epifania, parola greca che deriva da epifaneia. Prima il termine è stato tramutato in “bifania”, poi in “befania”, fino ad arrivare alla Befana che conosciamo oggi e che rappresenta una vecchietta che tutte le altre feste si porta via, portando con se tanti doni e dolci per concludere degnamente le feste di fine anno.

Ecco, allora, da dove arriva il termine Befana: voi festeggiate questo giorno? Quali sono i vostri riti del 6 gennaio? Siamo davvero curiosi!

di Redazione