Ponti del 2016: quest’anno si starà a casa un mese

 

Avete spulciato il calendario per controllare i giorni di festa in quali giorni della settimana cadono e valutare così le ferie?
Non negate, l’avete già fatto!
Se non l’avete ancora fatto sappiate che,  almeno i dipendenti statali, potrete godere di ottimi ponti.
Al via quindi prenotazioni di vacanze e vacanzette, approfittando dei “rossi” dell’anno nuovo.
Il 2016 che si appresta ad arrivare porterà infatti settimane con meno di 3 giorni lavorativi: a cominciare proprio da gennaio dove chiedendo due giorni di ferie – il 7 e l’8 – dall’1 al 10 si lavorerà soltanto per due giorni (il 4 e il 5), godendo di un ponte lungo, anzi, lunghissimo, visto che si potrà “attaccare” alle festività natalizie grazie al capodanno e l’epifania.

Niente a che vedere quindi con il triste 2015 che di ponti ne ha regalati ben pochi: il 25 aprile, ad esempio, sarà di lunedì, un altro ponte lungo da sfruttare per qualche viaggio. Pasqua cade il 27 marzo, mentre il 2 giugno è un giovedì: vi basterà prendervi un venerdì di riposo per stare a casa 4 giorni.

Il ponte dei Santi (1 novembre) sarà il pezzo forte del calendario: prendetevi il 31 ottobre come giorno libero e tornerete a lavoro direttamente il 2 novembre, godendo di ben 4 giorni di relax.
Stesso discorso per l’8 dicembre, un giovedì ( i milanesi potranno metterci in mezzo S.Ambrogio e la settimana lunga è fatta).
Perciò, ricapitolando, nell’anno che sta arrivando vi basterà chiedere solo 7 giorni di ferie, ma che siano quelli giusti, per restarne a casa per 30 giorni totali.

Fate bene i conti e buone vacanze.

di Eliana Avolio