Possibile amianto nel “Das”: problemi per i bambini?

 

Pare che nel “Das” – la famosa pasta modellante per fare formine e oggetti – prodotto tra il 1963 e il 1975, fossero presenti fibre di amianto. A rivelarlo è uno studio condotto dai ricercatori italiani dell’Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica (Ispo), dell’Asl e dell’Università di Firenze.

Das. Fonte: ebay.com

Le fibre potrebbero aver causato un’esposizione al minerale tossico da parte di bambini, insegnanti, artigiani e di coloro che ne erano venuti a contatto.

Secondo la ricostruzione dei ricercatori, 55 milioni di confezioni di “Das” contenenti amianto sarebbero state prodotte e vendute sul mercato interno e internazionale, in 13 anni . Dal 1976 in poi l’amianto fu invece sostituito con la cellulosa.

E’ possibile che qualcuno possieda ancora quei manufatti – modellati con il das tra il 1960 e il 1970 – ma non rappresenterebbero un rischio per la salute di chi li possiede – anche se gli esperti raccomandano di non rompere tali oggetti e di non ridurli in polvere – per evitare l’inalazione delle fibre di amianto che potrebbero ancora disperdersi in aria.

La ricerca è stata resa possibile grazie al contributo fornito da alcuni ex dipendenti della ditta produttrice del “Das”, la Adica Pongo a Lastra a Signa (Firenze), chiusa dal 1993.

 

di Marianna Feo

  • In questo articolo:
  • News