Sapete come sono nate le canzoni “Yesterday” e “Satisfaction”?

Quando ascoltiamo brani famosi, entrati nella leggenda della musica, ci immaginiamo la fatica fatta dai compositori per poter creare dei capolavori: li immaginiamo sudati, con una chitarra in mano e un taccuino con la matita per segnare accordi e parole. E poi scopriamo che, invece, le canzoni sono nate nel sonno, come è successo per due brani famosissimi in tutto il mondo come “Yesterday” e “Satisfaction“, rispettivamente dei Beatles e dei Rolling Stones.

Keith Richards autore di Satisfaction
Keith Richards autore di Satisfaction

 

A svelare questo curioso retroscena è il romanzo “La musica del caso“, scritto da Paul Auster, che ci racconta la genesi di due famosissime canzoni, che dal 1965, anno nel quale sono state presentate in pubblico per la prima volta, hanno accompagnato generazioni di amanti della buona musica.

Il brano simbolo dei Beatles e quello cult dei Rolling Stones sono nati nel sonno: al mattino Paul McCartney e Keith Richards si sono svegliati con in testa due canzoni che ancora oggi spopolano nelle radio. Il primo dopo un sonno “normale” di una notte, il secondo dopo un sonno “indotto” dalle pessime abitudini e dai vizi del celebre chitarrista.

Davvero curioso, non trovate? E chissà quanti altri brani sono nati così, per caso!

Fonte foto: Wikipedia

di Redazione