Si tatua il nome del ragazzo sull’ano: insulto o gesto d’amore?

 

Non c’è mai fine alla demenza e questa storia, anche se risale a 3 anni fa, va raccontata.
Maria Louise, così si chiama la ragazza americana, un bel giorno ha deciso di farsi tatuare il nome del fidanzato sull’ano e di riprendere la procedura, pubblicando il filmato su youtube.

Chiaramente si parte dal presupposto che la fanciulla sia un po’ disturbata: passato difficile, padre violento e tossicodipendente, madre assente… insomma tanto bene non poteva stare. Ma il fidanzato? Cosa c’entra il fidanzato?
Nessuno riesce a capire se il gesto di essersi tatuato il nome nel posteriore sia un atto d’amore o un’insulto nei suoi confronti; secondo alcuni siti, il fidanzato e la madre di lei avrebbero incastrato il padre della ragazza che è finito poi in carcere.

Secondo voi, da dove nasce la necessità di farsi tatuare l’ano?

di Eliana Avolio