Stimela-Southern Africa Migration Project: un progetto per ricordare e per non dimenticare

“Esiste un grande mare sommerso fatto di milioni di esseri umani che si spostano sulla superficie della terra in cerca di un loro posto in cui poter stare. Alcuni vanno a Nord, verso l’Europa per esempio. Con Stimela, il mio progetto, ho scelto di parlare invece di quei milioni di persone dimenticate che scelgono di dirigersi a sud. Direzione opposta. Stesse ragioni. Stesse speranze. Stessi rischi e difficoltà. Stesse solitudini.”

Stimela è il nome che Luca Sola, fotografo documentarista il cui lavoro da anni si concentra su questioni sociali, umanitarie e geopolitiche, con particolare riferimento all’Africa ed al Medio Oriente, ha dato al suo progetto. Un progetto mai realizzato prima che descrive il percorso e le storie di migliaia di migranti africani che, invece di muoversi verso nord, verso l’Europa, scelgono di prendere la via del sud.

Tra gli altri obiettivi di Stimela, c’è anche la creazione della prima “mappatura fotografica” riferita ai fenomeni migratori (ed alle loro conseguenze) verso il sud del continente africano, con particolare riferimento alla Repubblica del Sudafrica.

Per sostenere il progetto c’è tempo fino al 19 luglio, donando la cifra che si desidera e scegliendo tra tante ricompense disponibili (libro fotografico di Stimela, stampa fine art, diari di viaggio dell’autore etc) cliccando sul sito https://www.kisskissbankbank.com/it/projects/stimela-southern-africa-migration-project

Le persone che contribuiranno in qualsiasi misura, oltre alla ricompensa scelta, riceveranno username e password per accedere alla sezione DIARY del sito da dove potranno monitorare in tempo reale gli sviluppi del progetto trovando contenuti completamente scaricabili come foto, mappe, video, audio, bozzetti, appunti e riflessioni.

Chi è Luca Sola

Luca Sola è fotografo documentarista di origine umbra. Ha studiato Letteratura Contemporanea per poi conseguire un master in foto-giornalismo all’ISFCI di Roma. Per molti anni ha lavorato in Medio Oriente ocuupandosi di conflitti, tematiche geopolitiche e sociali. Nel 2015 si trasferisce a Johannesburg per coprire l’Africa centrale e quella del Sud. Li nasce uno dei suoi progetti più lunghi e complessi, Stimela. I suoi lavori sono stati pubblicati da molte fra le testate giornalistiche più importanti al mondo. Ha partecipato ad esposizioni personali e collettive a Roma, New York, Parigi, Edimburgo, San Diego, Seul, Venezia, Toronto.

Photo © Luca Sola 2015

di Alessia Mariani