Stop al pluriball, la plastica con le bolle da far scoppiare

 

Avete presente quando vi arriva un pacco e nemmeno guardate cosa c’è dentro perché restate affascinate dall’imballaggio di plastica con le bolle che quando le scoppietti fanno “pop pop”?
Bene, dovete sapere che il pluriball, così si chiama l’imballaggio antistress, non sarà più prodotto.
Il motivo? Ve lo spiego subito!

One of the 1000's of high resolution textures available from Mayang's Free Textures - see http://www.mayang.com/textures/ This texture may not be sold without permission from the authors.
Stop al Pluriball

Come riporta il sito The Verge, è stato messo a punto un nuovo tipo di imballo protettivo che ha minori costi di produzione e trasporto.
Il pluriball è un ottimo prodotto per attutire colpi, ma proprio per questo motivo non è facile da trasportare: ogni foglio contiene piccole bolle d’aria, che ovviamente fanno aumentare di volume il prodotto e rendono i rotoli scomodi da trasportare.

Ecco allora la soluzione pensata da Sealed Air, importante società del settore: usare fogli di pluriball sgonfiati, che poi i clienti gonfieranno con un’apposita pompa.
Risultato: costi di trasporto drasticamente ridotti per via della diminuzione del volume del pluriball. Ovviamente il cliente non può mettersi a gonfiare le bolle una ad una, quindi le singole bolle sono state sostituite da un’unica grande bolla bislunga.

 

di Eliana Avolio