Tutto su Brescia: storia di un grande amore

 

Iniziato l’autunno, è il momento ideale per pensare a qualche bel weekend da trascorrere in giro per il nostro bel Paese, che se la politica non sa valorizzarlo come deve, dobbiamo almeno pensarci noi cittadini a volergli bene.
Vi parlo oggi di Brescia, la mia città, recentemente trasformatasi in ambita località turistica da parte di gran parte del mondo, grazie all’avvento del Floating Pears, la passerella sospesa, idea dell’artista americano Christò, che ha puntato un riflettore di particolare lustro.

il bellissimo Tempio Capitolino, testimonianza del passato romano della città

A Brescia si può comodamente arrivare in treno, la stazione è infatti in pieno centro, e tra autobus e metro è molto semplice muoversi agevolmente.
Altrimenti potete usare la macchina, con la consapevolezza che il centro, ovviamente, è a traffico limitato, ma limitrofi pullulano i parcheggi, quindi, anche nel caso in cui preferiate muovervi in assoluta autonomia su 4 ruote, non avrete grossi problemi.

Dove alloggiare a Brescia?

Beh, se siete qui per un’occasione speciale, mettete mano al portafogli e trascorrete un paio di notti all’Hotel Vittoria, splendido 5 stelle nel cuore vibrante e pulsante della città.

Altrimenti, se siete più tipi da bed and breakfast, ma non volete rinunciare alle comodità del centro storico, potete scegliere tra Le Muse, che è in zona Museo di Santa Giulia, o la Filanda, che si trova in zona Carmine, una delle zone più antiche e bohemien della città.

la Pallata di via garibaldi
La Pallata di via garibaldi

Cosa fare a Brescia?

Innanzitutto, colazione!

Eh beh, non vorrete iniziare la giornata a stomaco vuoto, vero?
Qui le possibilità si aprono su un ventaglio di posti strepitosi, dove è possibile assaggiare vere e proprie delizie da picco insulinico garantito…

Le delizie di Sirani…

Se avete voglia di spostarvi un po’ fuori, andando verso Bagnolo mella, nella bassa bresciana, potrete gustare la meraviglia offerta da “Sirani”, una garanzia in materia di colazioni gourmet: con una vastissima scelta di brioche, una meravigliosa selezione di piatti caldi e freddi e la possibilità di bere/mangiare il cappuccino Sirani, un delizioso misto di caffè, savoiardo e zabaione…

Se, invece, preferite non spostarvi troppo, potete andare in via Crocefissa di rosa, appena fuori dal centro storico, dove c’è “Elite cafè”, una caffetteria piena di iniziative e di vitalità, un luogo nevralgico per gli abitanti di Brescia, che si trovano lì per una crema caffè o un ottimo espresso.

dolci peccati di gola belli!
Dolci peccati di gola!

E non lontano da qui, sorge anche “Bedussi”, rinomata gelateria di tradizione decennale, rinnovata dall’intervento glamour degli ultimi anni, che l’hanno reso uno dei bar migliori d’Italia: consigliato tutto il repertorio dolciario, ma forse un occhio di riguardo per un vero croissant francese da gustare con una centrifuga buona e salutare ce l’avrei….

La mattinata, post colazione, trascorretela in città, camminando con il naso per aria, pronti a scorgere ogni minima bellezza…

piazza Loggia
Piazza Loggia

Cominciate dalle piazze centrali, Vittoria Loggia e Duomo, che sono spaccati di una bellezza mozzafiato: in piazza Vittoria, troverete palazzi meravigliosi, influenzati da una storicità fascista, che qui fece molta opera di risanamento urbano.

In piazza Loggia, c’è la sede del comune di Brescia e, se fosse aperto e venisse data la possibilità di visitarlo, non perdete quest’occasione: noi bresciani stessi, quando ci capita di poter vedere le sale affrescate della loggia, rimaniamo a bocca aperta!

Piazza Duomo, lo dice il nome stesso, ospita la chiesa bresciana per eccellenza, anzi, LE, perché c’è sia il duomo vecchio che il duomo nuovo; ambedue splendidi, ricchi di bellezza religiosa e monumentale, sanno ispirare fede e colmare di estetica gli occhi.

oltre alla cultura, in piazza Duomo si possono fare anche ottimi aperitivi!
Oltre alla cultura, in piazza Duomo si possono fare anche ottimi aperitivi!

Dopo una mattinata a spasso tra le piazze, andate verso il Castello, l’imponente fortezza medioevale, arroccata sulla bella vista della città e godete, nell’andarvici, delle vie più storiche che contraddistinguono l’avvento romano e longobardo, come potrete ammirare nei resti del Tempio Capitolino e in piazza del Foro, una vista emozionante e romanticissima.

Ed è arrivata l’ora di pranzo e qui si può decidere di andare in via Cremona: prendendo la macchina la si raggiunge in pochi minuti, ed entrare al “Checchi Caffè” per un brunch luculliano, fatto di bagel al salmone e club sandwich london style; oppure optare per un pranzetto coi fiocchi, presso il “Mon Petit Bistrot”, un locale adorabile in piazzetta Vescovado, dove il menù propone delizie di stagione e piatti ricercati e luculliani, uno su tutti il sushi burger, fatto con prodotti freschissimi, in un’atmosfera ricercatamente parigina shabby chic.

l'interno del Mon Petit Bistrot
L’interno del Mon Petit Bistrot

Il pomeriggio passatelo a fare shopping! Il centro offre vie perfette per le addicted più sfrenate, Corso Palestro e Corso Magenta sono il cuore pulsante della zona commerciale e offrono la più ricca possibilità di scelta, tra boutique storiche e grandi catene low prize, ma se volete trovare delle piccole perle di avanguardia andate da “Fabrique”, dove Elena e Francesca hanno creato un ambiente da favola, ricco di macchine da cucire e idee; oppure spostatevi a Montichiari, un paese a una ventina di chilometri, che vale assolutamente la pena, perché c’è “Dolci Follie”, il regno della femminilità assoluta, in cui Sonia, Paola e Chiara si alternano per rendervi bellissime con i modelli più arditi; o potete andare a Cazzago San Martino. Cos’è? Un altro paese della ricca provincia bresciana, dove da una camiceria di antica tradizione, le sorelle Anna e Paola hanno costruito un piccolo grande impero, il “Perosino”, dove potete trovare regali modaioli anche per uomini con il gusto dello stile, nonché camice sempre perfette! Se, invece, cercate le marche più indossate dalle starlette, andate a Rezzato, da Davide di “Follia”, che con la sua istrionica mamma non si stanca di regalare tessili emozioni.

centro nevralgico dello shopping, davanti al favoloso teatro Grande
Centro nevralgico dello shopping, davanti al favoloso teatro Grande

Se però non è lo shopping vestiario che vi prende, ma siete alla ricerca di quel tocco in più, che possa rendere la vostra casa ancora più a vostra misura, ritornate in città, da “Pistacchio & Caffè”, dove la dolcissima Francesca vi farà fare un colorato e sensibile viaggio, dentro voi stesse e i vostri sogni e il souvenir perfetto è una cover per il cellulare! “Cover store”, catena dilagante in tutta Italia, ha le più stravaganti in circolazione, Ted è stata ideata e promossa da ragazzi di Brescia!

Ovviamente, hanno appena aperto, a pochi chilometri dalla città, il nuovo centro Ikea, chiamato “El Nos”, un pool commerciale, che si prospetta diventerà una delle mete obbligata delle shoppingare del mondo… volete davvero rinunciarvi?

E si è fatta sera, il bresciano per eccellenza non beve uno Spritz, ma un Pirlo!

la movida del Carmine
La movida del Carmine

Buono buono lo potete bere al “bar del Maffio”, in Corso Magenta, insieme a deliziosi stuzzichini, per un momento che renda ancora più gustoso l’happy hour!

Oppure seguire la movida per eccellenza, spostarvi al Carmine (ve lo ricordate? era la zona più artistica…) e andare da “Elda”, per incontrare gente e passare un’oretta rilassante.

Brescia si accende delle sue tinte più belle la sera.

Per una cena suggestiva, consiglio di spostarvi da piazza Duomo verso il  Castello, c’è un’intera via tutta piena di locali che propongono piatti succulenti e appetitosi, dal giapponese al thailandese, passando per una buona bistecca o la tipicità della tavola bresciana.

oltre ad un'ottima pizza, anche la paella in Preziosilla è ottima!
Oltre ad un’ottima pizza, anche la paella in Preziosilla è tutta da provare!

Se cercate qualcosa di specifico, probabilmente la pizza migliore di Brescia la trovate a Nave, in “Preziosilla”, un risto-pizzeria capitanato da Alessandro, che ha fatto della cucina un’isola felice dove gli ingredienti sono sempre di primissima qualità e il palato è appagato tanto quanto la vista…

Se amate gli hamburger degni di questo nome, ma avete compagnia vegana e non si sa mai dove sbattere la testa, il consiglio è di andare sul lago d’Iseo, al “Paddock”, un locale che simula una maxi officina, dove c’è una varietà senza pari di burger da provare e di combinazioni da scegliere!

Io, a questo punto, andrei a dormire, ma se la notte per voi non è mai abbastanza piccola, andate a fare un giretto al “Seconda Classe”, storico locale bresciano, che mischia ottima musica dal vivo, cocktail ai quali non si può rinunciare e la possibilità i fare incontri suadenti.

...pensate che Renga, ha cantato qui innumerevoli volte, prima di diventare nazionale!
Pensate che Renga ha cantato qui innumerevoli volte, prima di diventare nazionale!

Se il clima ancora permette di stare all’aria aperta, piazzale Arnaldo sarà piena di gente, piccoli bar affollati, grandi risate ed incontri piacevoli… consigliato l’abito da gran spolvero, perché lì è una grande vetrina!

I cinema, i teatri, le manifestazioni, ma anche le fiere dei tanti paesi della provincia sono stati tutti valorizzati al massimo dall’amministrazione bresciana, la quale ha fatto un pregevole lavorio di organizzazione ed espansione del bello.

Questo weekend, l’8 e il 9 ottobre, ad esempio, potete trovare in piazza Vittoria la Fiera del Libro, con moltissimi eventi, e la vendita diretta con sconti interessanti di libri.

una veduta di piazza Vittoria
Una veduta di piazza Vittoria

E se vi spostate di qualche chilometro, andando a Castello Quistini, nella meravigliosa Franciacorta (che da sola meriterebbe un altro weekend…) c’è “Mercanti in viaggio”, bancarelle di prodotti handmade dalla squisita fattura.

Ed è solo una goccia nel mare delle possibilità che Brescia sa offrire a chi ha voglia di conoscerla… Cosa aspettate? Venite a trovarmi!

di Alice Nember